PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

La perla di Maria Antonietta regina di Sotheby's

La perla di Maria Antonietta regina di Sotheby's

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

15 Novembre 2018
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Marie Antoinette vince contro se stessa venti a uno

  • La storia del gioiello sopravvissuto alla Rivoluzione

Il record di Elizabeth Taylor è durato sette anni: tanto infatti è passato da quando la sua perla fu battuta da Christie’s, per 11 milioni e 800mila dollari. Ieri però una perla di Maria Antonietta ha conquistato l’Empireo, prendendosi la sua rivincita sulla Storia

La perla di Maria Antonietta. Foto di Michael Bowles/Getty Images per Sotheby's

Marie Antoinette rialza la testa. Come preannunciato a suo tempo, l’asta Royal Jewels from the Bourbon Parma Family, tenutasi ieri 14 novembre 2018 a Ginevra da Sotheby’s, è stata epocale per offerta e cifre di battitura dei gioielli. Su tutti, è stata la perla di Maria Antonietta a rilucere, con i suoi 36 milioni di dollari pagati dall’acquirente vincitore. Venti volte la stima iniziale, che si aggirava intorno al milione e ottocentomila dollari. E non sarebbe potuta andare diversamente (forse). Il prezioso è infatti rimasto nascosto agli occhi del pubblico ignaro per oltre due secoli. Si tratta poi di un gioiello dall’enorme valore intrinseco: una grossa perla naturale a goccia. Sormontata da un diamante, pendente di una collana a tre fili composta a sua volta da ben 119 perle. Naturali, ça va sans dire.

Un’oculata donna hnwi d’altri tempi

Il termine oculatezza appaiato a quello della più famosa regina di Francia di tutti i tempi forse appare azzardato. Ma guardando alle vicende che hanno condotto fino a noi la perla dei record, non è così. Infatti, non appena Maria Antonietta si rende conto di essere in pericolo di vita, mette al sicuro quanto ha di più prezioso e trasferibile: i suoi gioielli. I quali, incredibile a dirsi!, dopo aver viaggiato incolumi per tutta l’Europa centrale raggiungono la natia Austria. E là restano nelle mani della famiglia, immuni ai passaggi generazionali. Molti dei cento lotti dell’intera collezione dei Borboni , come la perla di Maria Antonietta, non avevano mai fatto la propria comparsa in pubblico. L’asta di ieri ha rappresentato dunque un’epifania per il collezionisti e gli appassionati.

I collezionisti vogliono il nome

Come la collezione di Rockefeller messa all’asta di Christie’s lo scorso maggio, anche la vendita dei gioielli reali di Sotheby’s ha registrato un venduto pari al 100%. In particolare, vi sono state offerte da 43 paesi. Dei cento lotti offerti, il 10% era riferibile direttamente alla regina. Fra questi, erano presenti anche una parure di orecchini in perle e diamanti e una spilla di diamanti, oltre a un anello con le sue iniziali incise e una sua regale ciocca di capelli. Quest’ultimo, venduto a 50 volte la stima iniziale: da una base di 8.000-10.000 dollari a 443.786 dollari.

Una curiosita’: anche la perla di Liz Taylor era appartenuta a una regina, Maria I d’Inghilterra.

 

Stasera abbiamo visto che il fattore Maria Antonietta produce la sua magia. Nessun altra regina è più famosa per il suo amore per i gioielli, e i suoi tesori personali, perle e diamanti che sono sopravvissuti ai tumulti della storia, hanno catturato l'attenzione dei collezionisti di tutto il mondo.
BY Daniel Mascetti, presidente di Sotheby’s Europe
Teresa Scarale
Teresa Scarale
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Altri beni di lusso"
ALTRI ARTICOLI SU "Sotheby’s"
ALTRI ARTICOLI SU "Eventi"