PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

A dicembre in Europa deflussi dai fondi per 54 miliardi

A dicembre in Europa deflussi dai fondi per 54 miliardi

Salva
Salva
Condividi
Livia Caivano
Livia Caivano

29 Gennaio 2019
Tempo di lettura: 5 min
Tempo di lettura: 5 min
Salva
  • I fondi del mercato monetario (+11,6 miliardi di euro) sono stati il ​​tipo di attività individuale più venduto nel complesso per dicembre

  • L’equity UK (in aumento di 2,4 miliardi di euro) è stato il settore più venduto tra i fondi a lungo termine per dicembre

  • L’Irlanda (+3,4 miliardi di euro) è stata la sede del fondo con la più alta raccolta netta, seguita dal Regno Unito (+3,2 miliardi di euro) e dai Paesi Bassi (+ 0,8 miliardi di euro)

  • BlackRock, con un fatturato netto di 12,2 miliardi, è stato il promotore del fondo più venduto per dicembre in assoluto, davanti a Morgan Stanley (+5,4 miliardi) e Goldman Sachs (+4,2 miliardi)

Secondo l’analisi condotta da Refinitiv, lo scorso dicembre è stato l’ottavo mese consecutivo a registrare deflussi netti da fondi comuni a lungo termine dopo 16 mesi consecutivi positivi

Secondo l’analisi di Refinitiv relativa ai flussi dello scorso dicembre, dopo gli elevati deflussi di ottobre e novembre, gli investitori europei si sono allontanati dai fondi comuni di investimento a lungo termine a causa dell’ambiente di mercato e del sentiment generale negativi. Di conseguenza, dicembre è stato l’ottavo mese consecutivo a registrare deflussi netti da fondi comuni di investimento a lungo termine, dopo 16 mesi consecutivi positivi. I fondi immobiliari (in aumento di 0,5 miliardi di euro) sono stati l’unico tipo di attività nel segmento con raccolta positiva nel mese, mentre tutti gli altri tipi di attività hanno visto deflussi netti: fondi obbligazionari (-25,9 miliardi di euro), fondi azionari (- 18,7 mld), fondi alternativi OICVM (-12,2 mld), fondi di investimento misto (8,7 mld), “altri” fondi (0,5 mld) e fondi di materie prime (0,1 mld).

Questi flussi di fondi si sono sommati ai deflussi netti complessivi di 65,6 miliardi di euro da fondi di investimento a lungo termine per dicembre. Gli Etf hanno contribuito a questi flussi in entrata per 2,2 miliardi di euro.

Prodotti del mercato monetario

Dopo un mese di massicci deflussi, gli investitori europei hanno riacquistato parte delle loro posizioni in prodotti del mercato monetario. Di conseguenza, i fondi monetari hanno registrato una raccolta netta di 11,6 miliardi a dicembre. Gli Etf che investono in strumenti del mercato monetario hanno contribuito a questi flussi con una raccolta netta di 0,4 miliardi.

Questo modello di flusso ha portato i flussi complessivi dei fondi ai fondi comuni di investimento in Europa a deflussi netti complessivi per 54 miliardi di euro a dicembre e a una stima di deflussi netti di 129,2 miliardi di euro per l’anno 2018.

Flussi di fondi per settori

Nell’ambito del comparto dei fondi comuni di investimento a lungo termine, Equity UK (+2,4 miliardi) è stato il settore più venduto, seguito da Bond Government Government Short Term (+ 0,9 miliardi di euro). Il settore immobiliare europeo (+7,7 miliardi di euro) è stato il terzo settore più venduto, seguito da Bond Emu Government LT (+7,7 miliardi) e Bond Emu Government (+0,6 miliardi di euro).

All’estremo opposto, Equity US (- 3,9 miliardi) ha registrato i maggiori deflussi netti da fondi comuni di investimento a lungo termine, migliorati da Equity Europe (-3,2 miliardi), Bond Global (-3,0 miliardi), Patrimonio misto EUR Flessibile – Globale (-2,9 miliardi), e Equity Eurozone (- 2,9 miliardi).

Flussi di fondi per mercati (fondi di fondi)

I flussi di domicilio dei fondi singoli (compresi quelli sui prodotti del mercato monetario) hanno mostrato, in generale, un quadro negativo per dicembre, con solo 13 dei 34 mercati analizzati nel rapporto che mostrano afflussi netti e 21 che mostrano deflussi netti. L’Irlanda (+3,4 miliardi di euro) è stato il domicilio del fondo con la più alta raccolta netta, seguito dal Regno Unito (+3,7 miliardi), dai Paesi Bassi (+0,8 miliardi), dalla Norvegia (+0,7 miliardi) e da Guernsey (+0,1 miliardi di euro). Dall’altro lato del tavolo si è registrato il Lussemburgo (-28,8 miliardi), il domicilio del fondo con i deflussi più elevati, che è stato migliorato dalla Francia (-24,4 miliardi) e dalla Svezia (-2,3 miliardi). È interessante notare che la maggior parte dei flussi in Irlanda (+14,6 miliardi di euro) e in Francia (- 15,4 miliardi di euro) sono stati causati dai flussi in entrata e in uscita dai prodotti del mercato monetario.

All’interno del comparto obbligazionario, i fondi domiciliati in Norvegia (+0,4 miliardi) hanno guidato la tabella, mentre nessun altro domicilio ha visto afflussi di 1 milione o più a dicembre. I fondi obbligazionari domiciliati in Lussemburgo (-14,9 miliardi di euro), in Francia (-7,7 miliardi di euro) e in Irlanda (-1,5 miliardi di euro) si trovavano all’altra estremità del tavolo.

Per i fondi azionari, i prodotti domiciliati nel Regno Unito (+5,1 miliardi) hanno guidato la tabella per dicembre, seguiti da fondi domiciliati nei Paesi Bassi (+0,4 miliardi), Norvegia (+0,3 miliardi), Danimarca (+0,2 miliardi ) e Guernsey (+0,2 miliardi). Nel frattempo, il Lussemburgo (-11,5 miliardi di euro), l’Irlanda (-7,7 miliardi di euro) e la Francia (-3,6 miliardi di euro) erano i domicili con i maggiori deflussi netti di fondi azionari.

Per quanto riguarda i prodotti a beni misti, il Regno Unito (+7,7 miliardi di euro) è stato il domicilio con la più alta raccolta netta, seguito da fondi domiciliati in Austria (+0,04 miliardi di euro) e in Svizzera (+0,03 miliardi di euro). Per contro, il Lussemburgo (-4,6 miliardi di euro), la Francia (-1,3 miliardi di euro) e l’Irlanda (-1,1 miliardi di euro) sono stati i domicili con i maggiori deflussi netti da fondi di investimento misto.

I Paesi Bassi (+0,6 miliardi di euro) sono stati il ​​domicilio con il maggior afflusso netto in fondi alternativi di OICVM per dicembre, seguiti dalla Svezia (+0,1 miliardi di euro) e dall’Isola di Man (+0,02 miliardi di euro). Il Lussemburgo (- € 6,2 mld), migliorato dall’Irlanda (-3,8 mld) e dal Regno Unito (-1,5 mld), si collocava all’altra estremità del tavolo.

Flussi di fondi da parte dei promotori

BlackRock, con un fatturato netto di 12,2 miliardi, è stato il promotore del fondo più venduto per dicembre in assoluto, davanti a Morgan Stanley(+5,4 miliardi) e Goldman Sachs(+4,2 mld). È interessante notare che i flussi per BlackRock, Morgan Stanley e Goldman Sachs sono stati guidati da fondi del mercato monetario.

Considerando le classi di attività singole, BlackRock (+2,4 miliardi) è stato il promotore più venduto di fondi obbligazionari, seguito da DWS Group (+0,3 miliardi), State Street (+0,3 miliardi), Rothschild (+0,2 miliardi) ), e Royal London (+0,2 miliardi).

All’interno dello spazio azionario, BlackRock (+5,1 miliardi) si è piazzato in testa al tavolo, seguito da Actiam (+0,5 miliardi), Royal London (+0,4 miliardi), Vontobel (+0,4 miliardi) e KLP ( +0,3 miliardi).

Livia Caivano
Livia Caivano
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Risparmio Gestito"
ALTRI ARTICOLI SU "BlackRock"
ALTRI ARTICOLI SU "Morgan Stanley IM"