Aurum. Forse per l'oro è giunto il momento del ribasso

Teresa Scarale
Teresa Scarale
13.6.2018
Tempo di lettura: 3'
L'oro o aurum che dir si voglia sta vivendo momenti di pressione. Si riporta l'analisi di Névine Pollini, Senior commodity analyst di Union Bancaire Privée – UBP

Se resta vera la correlazione negativa fra aurum e tassi, la situazione attuale è controversa. Da un lato, vi è la tensione esercitata dai tassi di interesse che si alzano. Dall'altro, le preoccupazioni per le sanzioni commerciali degli Stati Uniti

La Fed "rema contro". E La Bce?

Aurum su o giù? Il futuro prossimo dell'oro


L'oro scambiato sta oscillando fra due forze opposte. Se resta vera la correlazione negativa fra aurum e tassi, la situazione attuale è controversa. Da un lato, vi è la tensione esercitata dai tassi di interesse che si alzano. Dall'altro, le preoccupazioni per le sanzioni commerciali degli Stati Uniti contro la Cina, i paesi Nafta e l'Ue. Nonché il seguito dell'incontro fra Trump e Kim Jong Un.

La Bce e la Fed


La Fed ha appena alzato i tassi dello 0,25. Nella riunione di politica monetaria del 14 giugno, la Bce potrebbe anche annunciare il ritmo con cui uscirà dal programma di quantitative easing. Entrambi gli eventi potrebbero dunque pesare sui prezzi dell'oro.

Il vertice del G7 appena tenutosi in Canada non ha dato alcuna risposta ai problemi del commercio globale. Anzi, sembra aver prodoto una crisi quasi politica, poiché l'imprevedibile Trump ha lasciato la riunione offeso, minacciando di imporre tariffe ancora più elevate, come ad esempio sulle auto. Dal vertice tuttavia non sono scaturiti motori all'aumento della domanda per beni rifugio.

Le tensioni commerciali


Adesso i mercati attendono la scadenza fissata dalla Cina per gli Stati Uniti nella loro controversia commerciale. La Cina ha infatti fatto sapere che intende adottare misure di ritorsione annullando tutti gli accordi commerciali e di altro tipo qualora gli Stati Uniti continuino a voler applicare le tariffe dopo la scadenza. Ossia il 15 giugno 2018.

La Korea del Nord


Il presidente Trump e Kim Jong-un hanno firmato un accordo per la denuclearizzazione completa della Corea del Nord, aprendo la strada a un "regime di pace" nella penisola coreana. Anche se la strada sarà lunga e accidentata.
caporedattore

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti