EVENTO « III° PRIVATE MARKET SUMMIT » Idee per capitali pazienti in un mondo che cambia EVENTO IN DIRETTA REGISTRATI

Pier Angelo Roncaccioli | WeWealth
Pier Angelo Roncaccioli

Contributor

Pier Angelo Roncaccioli

Pier Angelo Roncaccioli

Avvocato per formazione, collezionista per passione, appassionato d’arte e antiquariato, esperto di automobili e motoleggere d’epoca

Via di mezzo tra la motocicletta e l’automobile, Isetta, univa l’agilità ed economicità della prima al confort e alla sicurezza della seconda. Nata alla fine della seconda guerra mondiale per intercet

La famiglia Orsi, proprietaria della Maserati, voleva stupire con un’auto di rottura e d’emozione, meno compassata e meno ossequiosa della tradizione. Incaricò lo stilista torinese Pietro Frua, che p

Enzo e Dino Ferrari, l’Avvocato, Pininfarina e Bertone. Jano, Brovarone, Giacosa, Hruska, Gandini, Giugiaro e Lampredi. Sono tutti i personaggi che hanno contribuito a ideare o ispirare una Fiat quasi

Meno nota delle sorelle blasonate (Testa Rossa, Gto, California) la 250 GT/E 2+2, la prima vettura di serie della casa di Maranello, prodotta in quasi mille esemplari, porta il numero magico del Caval

Nel 1967, all’Alfa Romeo fu chiesto dagli organizzatori dell’Expo di Montreal di rappresentare qualcosa che fosse la “massima aspirazione raggiungibile da un uomo in fatto di automobili”. Utilizzando

È il modello a cui si riconduce la nascita dell’automobile moderna, dall’intuizione di Vincenzo Lancia di adottare lo stesso principio che sta alla base dello scafo delle navi. Presentata a Parigi il

Il tè delle cinque, la caccia alla volpe, il cricket e Mg serie T, sono tutti simboli intramontabili del british style. La roadster costruita a Oxford rappresenta uno stile di guida leggero, agile, s

La vettura prodotta da De Tomaso, brand dell’omonimo ex pilota argentino di origini napoletane, compagno di collegio del “Che”, fu lo strumento della guerra condotta da Ford contro Ferrari. La super s

La DeLorean Motor Company aveva l’ambizione di costruire la miglior auto di sempre, ma è più nota per aver creato il modello Dmc-12, co-protagonista in Ritorno al Futuro. Il suo fondatore, John DeLore

Simbolo della Grandeur del tempo, la SM fu richiesta da celebrità e capi di Stato. Da Alain Delon, a Wyman e Watts dei Rolling Stones, ma anche da Re Juan Carlos di Spagna e dallo Scià di Persia

Elegante e raffinatissima, la Lancia Flaminia carrozzata Zagato, è tra le sportive più affascinanti e iconiche di sempre. Prodotta in meno di 600 unità, la versione Sport difficilmente passa di mano p

Nata per contrastare la Chevrolet Corvette, sportiva simbolo del sogno americano anni ‘50, la Ford Thunderbird, letteralmente " uccello di tuono", fu lanciata nel 1954, con l'obiettivo di incarnare il

Oggi la casa offre un solo modello, una piccola city car. Ma ha un passato di assoluta eccellenza tecnica e sportiva, che le ha regalato anni gloriosi, indimenticabili. Nei rally, dove tra gli anni ’7

Nei circa sessant’anni di produzione ininterrotta, la Porsche 911 ha sempre mantenuto le medesime linee di base, quasi avesse fatto un patto col diavolo per scongiurare l’invecchiamento, come il prota

Alla Dino 206 GT, Enzo non volle concedere il proprio nome. Fu presentata come un'auto “minuscola, scattante, sicura”, senza enfasi sulla qualità della progettazione, sullo stile e sulle prestazioni,

Era la vettura di Marcello Mastroianni nel leggendario film di Federico Fellini. Questa Triumph fu la più versatile delle roadster, ideale per svago e scorribande, ma anche per le competizioni. Il suo

La V8 fu l'auto che la casa torinese immaginò per conquistare gli States. Presentata al salone di Ginevra nel marzo '52. Ne furono realizzati in tutto 114 esemplari. Le versioni più famose sono le Zag

Dopo l'abbandono del progetto da parte dell'imprenditore milanese che l'aveva ingaggiato, il geniale tecnico toscano ottenne di sviluppare in proprio la Iso grifo da competizione. Una vettura estrema,

In origine si chiamava 230 SL, dove l'acronimo sta per "Sport Leicht", cioè sportiva leggera. Ai progettisti fu affidato il compito di condensare in un'unica vettura due icone come la 300 Ali di gabbi

Decisamente innovative dal punto di vista tecnologico, le lussuose vetture britanniche, che già nel '21 raggiungevano nelle versioni di serie i 160 chilometri all'ora, dominarono in quegli anni la 24

Alta poco più di un metro, estremamente larga e con le portiere ad ali di coleottero, la Lamborghini nata per superare la già rivoluzionaria Miura, ha il nome di un'esclamazione di stupore del diale

Ispirata allo scafo di una nave e chiamata come una città appena fondata, recuperando un'area paludare, fu un'auto leggendaria. Non solo perché “mai la tecnica aveva osato tanto”, come titolò la ri

Sotto la tour Eiffel, si è sviluppata a partire dai primi del '900 una florida industria automobilistica, la cui storia si intreccia a episodi degni della grandeur francese. Dai taxi Renault, che la n

Nata nel 1926 in risposta allo smacco subìto per lo spostamento del Gran Premio d'Italia dalla Leonessa al neonato Autodromo di Monza, la corsa non stop, da Brescia a Roma e ritorno, ha mantenuto tutt