Blackrock diventa prima azionista di Fineco

Livia Caivano
Livia Caivano
12.7.2019
Tempo di lettura: 3'
Unicredit ha messo sul mercato il 18,3% di Fineco e la società di gestione americana ne ha preso una fetta. Dal 6,3% del 28 giugno, Consob rileva infatti un aumento della quota azionaria di Blackrock in Fineco all'8,4%

FinecoBank ha una capitalizzazione di 6 miliardi

Il 7 maggio e l'8 luglio scorso, Unicredit ha ceduto il 35% delle azioni azionarie che possedeva di Fineco

Grazie all'uscita di scena di Unicredit, che in due mesi ha dimesso del tutto la sua partecipazione in FinecoBank, Blackrock ha potuto incrementare la sua quota nella banca online fino a diventarne primo azionista. Il 7 maggio e l'8 luglio scorso, infatti, l'istituto guidato da Jean Pierre Mustier con due diverse operazioni di accellerate bookbuilding ha ceduto il 35% delle azioni azionarie che possedeva di Fineco, uscendone definitivamente. L'operazione, voluta per rafforare la capacità creditizia, rientra nel piano strategico di Unicredit al 2023 e ha liberato azioni per il valore di circa due miliardi. Il collocamento sarebbe stato concluso con 140 compratori circa, la metà dei quali nel Regno Unito, al 30% negli Stati Uniti, al 10% in Italia e un altro 10% disperso nel resto del mondo.

L'azionariato di FinecoBank


Secondo i dati Consob, al 28 giugno, l'azionariato Fineco – Unicredit e flottante a parte – era diviso tra tre importanti investitori istituzionali: Invesco, che controllava il 3,034%, Capital Research and Management Company che deteneva il 5,048%, e da Blackrock che possedeva complessivamente il 6,3% delle azioni ordinarie (7,24% considerando le partecipazioni aggregate e gli strumenti finanziari). In seguito all'accellerated bookbuilding di Unicredit, l'asset manager guidato da Larry Fink è salito al 10,23%. Di questi, l'8,44% si riferisce ad azioni con diritto di voto, lo 0,8% a partecipazioni potenziali e lo 0,96% ad altre posizioni lunghe. Blackrock diventa così il primo azionista della public company, ora nel mirino di concorrenti e di fondi di private equity.

Il collocamento del bond AT1


Nel frattempo, nella giornata del 12 luglio, FinecoBank colloca la sua prima emissione sul mercato di strumenti Additional Tier 1 destinati agli investitori qualificati, per un importo di 300 milioni di euro e una cedola per i primi 5 anni pari al 5,875% rispetto a una guidance iniziale del 6,5%. Si tratta del restringimento tra i più rilevanti mai avvenuti per questa tipologia di strumenti, grazie a una domanda complessiva pari a 9 volte l'offerta.

L'emissione ha registrato un volume di ordini pari a euro 2,7 miliardi, a conferma dell'apprezzamento per FinecoBank anche nel segmento fixed-income, permettendo alla banca online di sfruttare le favorevoli condizioni di mercato.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti