Gam licenzia gestore obbligazionario per violazione policy

Tempo di lettura: 2'
Tim Haywood è stato licenziato per aver violato le policy interne relative alla tenuta dei registri e alla gestione del rischio. La società ha chiuso il 2018 con un rosso di 929,1 milioni di franchi

Il manager era stato già sospeso a luglio dello scorso anno nell'ambito della stessa indagine riguardante la violazione delle policy aziendali

Haywood supervisionava oltre 7 miliardi di dollari di asset in fondi obbligazionari absolute return

Il patrimonio complessivo in gestione di Gam nel 2018 si è attestato a 132,2 miliardi di franchi

L'asset manager svizzero Gam ha licenziato Tim Haywood, direttore degli investimenti del gruppo, già sospeso a luglio dello scorso anno nell'ambito di un'indagine sulla violazione delle policy aziendali. Secondo quanto riferito da alcuni media, la società lo avrebbe comunicato in una dichiarazione rilasciata in occasione della pubblicazione dei risultati per l'esercizio 2018. "A seguito della conclusione dell'indagine e dei procedimenti disciplinari, il direttore degli investimenti è stato licenziato per gravi inadempienze. Ha gravemente mancato di rispettare gli standard di professionalità e attenzione”, afferma la società.

Gam ha scoperto che Haywood, supervisore di oltre 7 miliardi di dollari di asset in fondi obbligazionari absolute return, potrebbe aver violato le policy interne relative alla tenuta dei registri e alla gestione del rischio. Secondo un'indiscrezione di Financial News, la sospensione sarebbe stata decisa in seguito a una lettera di tre pagine inviata a Gam dalla Financial Conduct Authority, a cui la società avrebbe detto di effettuare degli accertamenti in seguito ad una segnalazione di un whistleblower interno. La decisione di licenziare Haywood arriva dopo un anno difficile per Gam, che lo scorso novembre ha affrontato le dimissioni del suo chief executive Alexander Friedman.

Gam ha chiuso il 2018 registrando una perdita netta 929,1 milioni di franchi, contro l'utile netto di 123,2 milioni di franchi del 2017. L'utile ante imposte della società è calato a 126,7 milioni franchi, rispetto ai 172,5 milioni del 2017. Il patrimonio complessivo in gestione, che comprende il ramo del private label, si è attestato a 132,2 miliardi di franchi, rispetto ai 158,7 miliardi di franchi registrati a fine 2017. Le masse in gestione nell'investment management per il 2018 sono pari a 56 miliardi di franchi, in diminuzione rispetto agli 84,4 miliardi dell'anno precedente.

Il risultato è dovuto in parte alla riduzione di 11 miliardi legata alle strategie uncostrained/absolute return bond funds, a deflussi non legati alle strategie absolute return bond funds per 10,5 miliardi e all'impatto negativo dei movimenti di mercato pari a 6,8 miliardi di franchi. Per l'anno appena concluso la società ha deciso di non distribuire dividendi. Riconfermando l'outlook finanziario annunciato a dicembre 2018, Gam prevede che gli utili per il 2019 saranno considerevolmente più bassi rispetto al 2018 considerata la significativa diminuzione delle masse in gestione dell'investment management.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti