Il wealth management spinge i conti delle big americane

Livia Caivano
Livia Caivano
19.7.2019
Tempo di lettura: 3'
Utili e ricavi in calo ma oltre le attese per Morgan Stanley nel secondo trimestre grazie al wealth management. Merril Lynch, nel trimestre ha acquisito 17mila nuovi clienti e per fine anno punta ai 70 mila. La trimestrale di Blackrock è in contrazione ma sono cresciuti gli asset in gestione

La divisione Global Wealth and Investment Management di Bank of America ha registrato nel secondo trimestre del 2019 un utile netto di 1,1 miliardi di dollari

Morgan Stanley nel trimestre porta l'utile netto a 2,2 miliardi di dollari

I profitti di BlackRock a giugno si attestano a 1,003 miliardi di dollari, in calo del 7%

Merrill Lynch verso i 70 mila consulenti


La divisione di gestione patrimoniale di Bank of America ha realizzato quasi 5 miliardi di dollari di ricavi nel secondo trimestre del 2019 ed è sulla buona strada per acquisire 70mila nuovi clienti entro fine anno. I consulenti finanziari di Merrill Lynch si ritroveranno a dicembre con sei clienti in più a testa.

L'azienda nel secondo trimestre ha introdotto 17mila "nuovi rapporti" e la dimensione media di ciascuna di queste nuove famiglie, precisa un dirigente senior, è di 1,4 milioni di dollari.

Complessivamente, la divisione Global wealth and investment management di Bank of America ha registrato nel secondo trimestre del 2019 un utile netto di 1,1 miliardi di dollari, in aumento dell'11% rispetto all'anno precedente, con un fatturato di 4,9 miliardi.

I consulenti totali di tutti e tre i canali di gestione patrimoniale, tra cui il wealth management, il private banking e Merrill Edge, sono cresciuti dell'1% rispetto allo scorso anno a 19.512. I consulenti dei clienti privati ​​presso la Bank of America Private Bank sono aumentati del 17% rispetto all'anno precedente, a 485.

Morgan Stanley oltre le attese


Morgan Stanley chiude il secondo trimestre dell'anno con risultati in calo ma superiori alle attese. La banca americana registra un utile netto di 2,2 miliardi di dollari, in calo del 10% rispetto ai 2,4 miliardi del 2018: giocano un ruolo fondamentale i risultati record del wealth management.

I ricavi netti dai 10,6 miliardi del secondo trimestre del 2018 sono scesi a 10,2 miliardi, superando comunque la boa dei 10 miliardi per il sesto trimestre di fila. Il fatturato di Morgan Stanley Investment Management sale del 21%.

"Abbiamo riportato risultati trimestrali solidi in tutte le aree di business. Abbiamo prodotto un ritorno sul capitale in linea con i target, cosa che dimostra la stabilità della banca. Restiamo focalizzati sulla risposta ai bisogni dei nostri clienti e sulle opportunità di crescita, continuando a gestire in modo diligente le spese", commenta il ceo James Gorman.

Scendono anche gli utili per azione del secondo trimestre, da 1,30 a 1,23 dollari.

BlackRock in calo


Nel secondo trimestre cala l'utile netto di BlackRock, ma asset gestiti e ingressi di capitale sono aumentati. Nei primi tre mesi dell'anno, i profitti si attestano a 1,003 miliardi di dollari, in calo del 7% rispetto ai 1,073 miliardi, dello stesso periodo dell'anno scorso.

Diminuiscono anche i ricavi, del 2%, e si attestano a 3,5 miliardi di dollari. In aumento invece gli asset gestiti, che crescono del 9% a 6.842 miliardi di dollari. "Gli asset gestiti iShares sono aumentati a 2mila miliardi a fine trimestre, raddoppiando in soli cinque anni, con l'80% di quella crescita generata su base organica", commenta l'amministratore delegato Larry Fink.

 

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti