PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Missione sostenibilità per La Financière de l’Echiquier

Missione sostenibilità per La Financière de l’Echiquier

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

09 Gennaio 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • La nuova mission di Lfde è condivisa dall’intero team di gestione, affiancato dal team Sri diretto da Sonia Fasolo: 4 persone dai profili complementari

  • Lfde vanta 12 anni di esperienza negli investimenti socially responsible

  • I fondi a marchio Esg di Lfde sono Echiquier Major Sri Growth Europe e Echiquier Positive Impact

La società estenderà al 100% dei titoli in portafoglio l’integrazione del punteggio Esg. Il progetto è finalizzato a far convergere l’approccio adottato per l’intera gamma fondi con quello implementato nella gestione dei fondi a marchio Sri

Non si arresta la corsa della sostenibilità: La Financière de l’Echiquier (Lfde), pioniere dell’investimento responsabile in Francia, estende la sua expertise nell’analisi Esg (environmental, social, governance) a tutta la sua gamma. La società, che vanta 12 anni di esperienza nel Sri (socially responsible investment), intende rafforzare il suo impegno a favore dell’integrazione dei criteri ambientali, sociali e di governance. In linea con un progetto di integrazione Esg su ampia scala, il 100% dei titoli in portafoglio riceveranno un punteggio Esg. Il progetto, spiega una nota, è finalizzato a far convergere l’approccio adottato per l’intera gamma fondi con quello implementato nella gestione dei fondi a marchio Sri: Echiquier Major Sri Growth Europe e Echiquier Positive Impact.

Con il passare del tempo, la metodologia proprietaria già definita da Lfde nel 2007 si è arricchita pur mantenendo il suo baricentro: l’attenzione particolare dedicata alla governance. “Questo metodo originale, applicato in maniera sistematica e rigorosa ai titoli presenti nei fondi Sri, è stato adattato per consentire di analizzare il 100% dei titoli in cui gli altri fondi della gamma sono investiti. Si applica, ad oggi, al 94% dei titoli in portafoglio (il 63 % al 31 dicembre 2017)”, sottolinea la società. Questo nuovo obiettivo è condiviso dall’intero team di gestione, affiancato dal team Sri diretto da Sonia Fasolo e composto da 4 persone dai profili complementari.

“L’Sri è un impegno di lunga data per La Financière de l’Echiquier. Siamo orgogliosi della portata di questo nuovo traguardo, una sfida che coinvolge tutto il team di gestione e riflette la nostra convinzione più importante: le aziende virtuose in ambito Esg sono anche le più performanti nel lungo termine”, ha dichiarato Didier Le Menestrel, presidente de La Financière de l’Echiquier.

“Il nostro impegno Sri è conseguenza del nostro approccio da investitori responsabili, un approccio strutturato e particolarmente rigoroso. L’obiettivo di un’integrazione Esg al 100% che ci eravamo prefissati nel 2018 sta per essere raggiunto. Ne sono particolarmente felice. I nostri punti di forza, l’analisi extra-finanziaria interna e l’expertise del nostro team Sri, ci hanno consentito di superare questo traguardo. Andremo oltre”, ha affermato anche Christophe Mianné, ceo di Lfde.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: SRI-Impact investing Lfde