PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Quando l’arte diventa un regalo: a Natale, e non solo

Quando l’arte diventa un regalo: a Natale, e non solo

Salva
Salva
Condividi
Andrea Concas
Andrea Concas

20 Dicembre 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Le festività sono alle porte, regalare o ricevere in regalo un’opera d’arte può essere una bellissima esperienza o una pessima idea

  • Esiste arte accessibile per ogni collezionista e perché no per ogni regalo

  • Regalare un’opera d’arte significa donare una storia, un’emozione, un qualcosa di unico che va oltre la sua fisicità

Quali sono gli aspetti da considerare se si vuole fare un regalo d’arte?

Sono certo che nel corso della vostra vita vi sia capitato di ricevere in regalo un’opera d’arte, un multiplo, una fotografia. O addirittura una scultura che, in qualche modo, è entrata nella vostra quotidianità.

Alcune opere d’arte spesso le “ammirate” nella vostra casa, in ufficio, altre ancora ricevute in dono, dopo i ringraziamenti di rito, finiscono in soffitta, in qualche casa al mare o in montagna, oppure dalla suocera.

Un regalo è un regalo e quello che conta è il pensiero. Ma quando si decide di donare un’opera d’arte i fattori da considerare sono molteplici e in particolare:

I gusti ed il livello di “sensibilità” della persona e della famiglia che la riceve.
Il valore oggettivo, soggettivo ed economico dell’opera stessa.
L’identità dell’opera, cosa rappresenta e in quale contesto potrebbe essere esposta.

Premesso questo ed escludendo gli aspetti economici e di investimento legati all’arte, la motivazione per cui dovremmo regalare l’arte è condividere un’emozione.

In questo caso l’opera d’arte diventa un forte “mezzo” per rappresentare una storia, un ricordo, un valore, un pensiero, una sensazione che potrà “rivivere” grazie alla visione e creatività dell’artista.

L’arte come regalo: un’esperienza unica e speciale

Per rendere questa esperienza unica e speciale, bisogna tuttavia avere delle accortezze per “accompagnare” chi riceverà l’opera nell’accettarla e nel viverla quotidianamente. Quindi:

• cercate un’artista che rappresenti e trasmetta le emozioni che volete condividere con chi riceverà il regalo.
Raccontate la storia dell’artista. Insieme all’opera regalate anche un libro o catalogo affinché chi la riceverà possa documentarsi, studiare e comprendere meglio l’opera e il perché di questo regalo.
Dove non riusciate a trovare un’opera che soddisfi appieno il vostro pensiero, allora può essere opportuno pensare a commissionarla “su misura”, potrebbe essere un’ottima idea.

Esistono opere d’arte e artisti per ogni gusto, possibilità economica, storia e percorso. Che sia un multiplo, una fotografia, una tela, una stampa, un libro o una scultura scegliete l’opera sempre con il pensiero rivolto a chi la riceverà, interpretando il sentimento che pensate di poter “accendere”.

Dietro ogni opera c’è una storia, a voi la capacità di raccontarla al meglio per coinvolgere altri e condividere la vostra passione per l’arte.

Un’attenzione particolare nel dono deve essere rivolta ai collezionisti di opere d’arte. La loro è una passione personale costruita su canoni, decisioni, leve e dinamiche precise che, salvo non condividiate il loro percorso, difficilmente potranno essere intercettate o intuibili dall’esterno.

Infine anche se non siete esperti collezionisti e connoisseur dell’arte, questa potrebbe essere l’occasione per “studiare” un’artista e le sue opere, dando contestuale avvio anche alla vostra collezione, alla ricerca di un “regalo d’arte perfetto”.

Andrea Concas
Andrea Concas
"Fondatore e CEO della startup dell’arte Art Backers e di Art Rights, piattaforma per la gestione e certificazione delle opere d’arte e di ArtCollateral, primo escrow agent per l’Art Lending. Autore di libri, docente e speaker, ogni giorno parla e scrive di Arte & Innovazione come divulgatore e tramite ProfessioneARTE, la prima community online per i professionisti del mondo dell’arte".
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo.

WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Opere d’Arte"
ALTRI ARTICOLI SU "Consulenti"
ALTRI ARTICOLI SU "Millennials"