PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Private equity e venture capital da record in Europa

Private equity e venture capital da record in Europa

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

08 Maggio 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Gli investimenti europei dei fondi di private equity nel 2018 sono aumentati del 7% a 80,6 miliardi di euro

  • La raccolta di fondi europei di venture capital invece ha raggiunto il nuovo massimo di 11,4 miliardi, segnando un incremento dell’11% rispetto al 2017

  • A investire in Europa sono stati soprattutto nordamericani (25,5%) e asiatici e australiani (15,1%)

  • I fondi pensione rappresentano il gruppo di investitori più significativo, da cui proviene un terzo della raccolta dei fondi (31%)

Gli investimenti europei nei fondi di private equity e venture capital hanno toccato nuovi livelli record. Secondo l’ultimo report dell’associazione Invest Europe a brillare è stato soprattutto il private equity grazie agli investitori extraeuropei

Gli investimenti dei fondi di private equity e venture capital in Europa hanno raggiunto nuovi livelli record. Secondo l’ultimo report dell’associazione Invest Europe gli investimenti di private equity nel continente hanno raggiunto il nuovo livello record di 80,6 miliardi di euro nel 2018, con un aumento del 7% su base annua. La raccolta di fondi europei di venture capital invece ha raggiunto il nuovo massimo di 11,4 miliardi, segnando un incremento dell’11% rispetto al 2017. Gli investimenti hanno toccato quota fondi e 8,2 miliardi.

“I livelli di investimento record dimostrano che il private equity e il venture capital possono identificare aziende interessanti che abbiano le capacità per crescere indipendentemente dal clima politico ed economico“, ha dichiarato Michael Collins, chief executive di Invest Europe. “L’Europa – ha aggiunto – è piena di imprese innovative e ad alto potenziale e il private equity è visto sempre di più come un partner di supporto alle aziende che desiderano espandersi”.

Tornando alle rilevazioni di Invest Europe, i fondi di private equity hanno stabilito un nuovo record anche per quanto riguarda il numero di imprese in cui hanno investito: oltre 7.800 società europee, di cui l’86% costituito da piccole e medie imprese. Resta molto forte anche l’attività di raccolta: sono stati impegnati nel private equity europeo 97,3 miliardi, il valore più alto dalla crisi finanziaria e in particolare dai 112 miliardi raccolti nel 2006. Gli investitori extraeuropei hanno contribuito al 46% della raccolta di fondi totale, riflettendo i risultati della Global Investment Decision Maker Survey dello scorso novembre, in cui il 78% dei partecipanti ha dichiarato di aspettarsi un aumento degli investimenti in Europa nei prossimi cinque anni.

Ad investire nel continente sono stati soprattutto nordamericani (25,5%) e asiatici e australiani (15,1%). A livello europeo il maggior numero di investitori si è registrato nel Regno Unito (7,9%), mentre i flussi minori si sono registrati in Italia, Spagna, Portogallo e Grecia (3,3%). I fondi pensione rappresentano il gruppo di investitori più significativo, da cui proviene un terzo della raccolta dei fondi (31%), seguiti dai fondi di fondi e altri asset manager (18%), dai family office e investitori privati (11%), assicurazioni (11%) e fondi sovrani (9%). L’associazione Invest Europe raccoglie dati da oltre 3.300 società di private equity europee che operano attraverso 9.000 fondi e 75.000 società di portafoglio.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Venture & Private Equity"
ALTRI ARTICOLI SU "Europa"
ALTRI ARTICOLI SU "Imprese"