PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Legg Mason, è il tempo delle strategie unconstrained

Legg Mason, è il tempo delle strategie unconstrained

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

04 Aprile 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Il processo di investimento si basa su cinque principi chiave: ricerca sistematica fondamentale, analisi dei dati proprietaria, competenza contabile, leadership di gestione e alta convinzione, per investimenti azionari a lungo termine non vincolati

  • La società è concentrata su tre tematiche di lungo periodo: futuro della tecnologia, cambiamento demografico e scarsità delle risorse

Le caratteristiche vincenti di un approccio unconstrained? L’approccio di Legg Mason si basa sulla ricerca dei veri motori della crescita di una società, per tracciarne l’esposizione tematica, il suo modello di business e le sue fonti di fatturato a livello geografico

“È tempo di essere investitori saggi, è tempo di essere investitori di lungo periodo e svincolati dai benchmark se vogliamo essere attivi”. Con queste parole Matteo Lenardon, deputy country head di Legg Mason Global Asset Management dà inizio all’ultimo intervento della società alla decima edizione del Salone del Risparmio 2019. La società rappresenta 9 case di investimento, ciascuna con la propria libertà di applicare il proprio stile di gestione, ma l’obiettivo è comune: fare la differenza per gli investitori. Per questo nella terza giornata del Salone la riflessione della società di concentra su una domanda: come trovare il massimo valore dall’azionario globale?

Prova a rispondere Luca Fasan, portfolio manager, Global Term Long-Term Unconstrained di Martin Currie. “La cosa più importante che ci dà l’essere investitori globali di lungo periodo unconstrained – spiega Fasan – è investire in società quality e growth, caratteristiche stabili, forti e di lungo periodo. Per trovare queste società ci basiamo su una ricerca fondamentale, vogliamo conoscerle davvero a fondo. In seguito facciamo delle analisi aggiuntive per capire soprattutto come diversificare i rischi all’interno del portafoglio. I portafogli finali sono quindi sì concentrati, ma con una diversificazione sul rischio a livello globale”.

L’approccio di Legg Mason si basa sulla ricerca dei veri motori della crescita di una società, per tracciarne l’esposizione tematica, il suo modello di business e le sue fonti di fatturato a livello geografico. La creazione di un portafoglio incentrato esclusivamente su esposizioni di mercato più ‘convenzionali’ come il settore, il Paese e i fattori stilistici secondo Legg Mason è, a conti fatti, guidata dai risultati passati. Per ottenere una creazione di valore stabile nel lungo termine, il processo di investimento si basa su cinque principi chiave: ricerca sistematica fondamentale, analisi dei dati proprietaria, competenza contabile, leadership di gestione e alta convinzione, per investimenti azionari a lungo termine non vincolati.

“Un’altra caratteristica delle nostre strategie unconstrained è quella di integrare i criteri Esg in tutti i processi di investimento. L’analisi proprietaria è in grado di trovare società sottovalutate dal mercato che però siano portatrici di valore aggiunto nel lungo periodo. Il mercato è ‘miope’ e fa svanire i rendimenti delle aziende di qualità troppo velocemente. La struttura di analisi fondamentale proprietaria è in grado di identificare queste società, che ci aiutano a generare alfa con un profilo di rischio più basso nel lungo periodo.

Il processo di investimento “è estremamente semplice – sottolinea Fasan – si parte dalla ricerca delle società, poi si passa alla ricerca dei fondamentali e infine alla costruzione del portafoglio. Non è difficile tanto trovare investimenti interessanti, quanto piuttosto costruire portafogli concentrati diversificati analizzati per il rischio. Un altro aspetto che ci contraddistingue è chei modelli di rischio tradizionali basano l’esposizione regionale del portafoglio in base a dove la società è allocata. Noi no: i nostri fondi cercano di concentrarsi sulle regioni in cui vediamo società che hanno caratteristiche da noi ricercate di quality and growth”.

La società sta anche spingendo da un anno a questa parte su alcuni macro temi. “Lanalisi tematica del portafoglio è stata inserita nell’ultimo anno – ricorda il manager -. Noi volevamo creare una struttura che fosse in grado di dirci esattamente a quali temi siamo esposti, in modo tale da orientare la nostra esigenza. Al momento siamo concentrati su tre tematiche di lungo periodo:
1. Futuro dellatecnologia
2. Cambiamento demografico
3. Scarsità delle risorse

“All’interno di questi tre macro temi ci sono diversi settori. Ad oggi il tema in cui siamo più esposti è la crescita della classe media all’interno dei mercati emergenti. Ma guardiamo con interesse anche all’invecchiamento delle popolazione e vogliamo implementare l’aspetto della sicurezza informatica: abbiamo di recente fatto un’analisi di tutto l’ecosistema e stiamo per fare un’analisi fondamentale su alcune società”, continua Fasan. “Guardiamo anche tantissimo al tema della mobilità elettrica. La nostra analisi ha mostrato che nei prossimi anni questo settore crescerà di almeno il 40%. Abbiamo analizzato tutte le componenti della filiera di questo settore, dalle batterie, alla tecnologia, all’aspetto commerciale”, conclude il manager.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Risparmio GestitoLegg Mason