PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

WisdomTree, occhi (già) puntati sulle elezioni Usa

WisdomTree, occhi (già) puntati sulle elezioni Usa

Salva
Salva
Condividi
Livia Caivano
Livia Caivano

19 Novembre 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • “Non pensiamo di essere nel mezzo di una bolla, con tutte queste valutazioni alte, ma aspettiamo le elezioni del 2020 per capire esattamente cosa succederà”

  • “Oggi la strategia basata sul valore funziona molto bene, c’è un ritorno di fiamma , ma non possiamo ignorare il fatto che non ci sono società come Apple o Microsoft in ogni settore”

  • “I megatrend di investimento che domineranno il mercato da qui al 2025 saranno le tecnologie blockchain, il mercato frictionless o la mobilità autonoma. Focus sui sistemi di intelligenza artificiale”

Negli Stati Uniti la crescita economica rallenta ma è ancora presto per parlare di recessione. I tassi sono bassi e il mercato azionario è ai massimi storici. Secondo l’analisi di Christopher Gannatti, capo della ricerca di WisdomTree, con il voto del 2020 tutto potrebbe cambiare di nuovo

La crescita dell’economia americana è in rallentamento, si attesta ancora sui livelli del 2%. Non è il 5% del 2015 ma è ancora lontana la soglia di pericolo ‘recessione’. Il mese di novembre si è aperto con i nuovi massimi storici per Nasdaq e SP500 e anche le valutazioni delle società sono buone, così come i margini registrati negli  ultimi mesi. I tassi sono bassi e la Fed non toccherà i tassi ancora per i prossimi sei mesi, secondo Christopher Gannatti, capo della ricerca di WisdomTree. Secondo l’outlook presentato il 19 novembre a Milano, l’azionario Usa non è percepito come rischioso ma è importante capire quando arriverà la recessione, perché non ci sono dubbi che il momento fatidico si stia avvicinando. “Non pensiamo di essere nel mezzo di una bolla, con tutte queste valutazioni alte, ma aspettiamo le elezioni del 2020 per capire esattamente cosa succederà”: un presidente democratico o repubblicano può cambiare il futuro prossimo del mercato, specie se non è sostenuto da una larga maggioranza in senato. “Ne dipendono le politiche fiscali, commerciali. E anche quelle monetarie. In molti si aspettano che la Fed abbassi ulteriormente i tassi ma la nostra previsione è che questo non succederà prima della primavera del 2020”.

Value vs Growth

“Sappiamo che il settore tech sta andando molto bene”. E per settore si intendono quelle cinque o sei big tech che tutti conoscono e hanno nei portafogli: “Stanno andando molto bene ma ci chiediamo quanto questo momento positivo possa durare. Le società che performano molto bene nell’arco di dieci anni non si può dire con certezza che funzioneranno ancora nei dieci successovi. Oggi la strategia basata sul valore funziona molto bene, c’è un ritorno di fiamma , ma non possiamo ignorare il fatto che non ci sono società come Apple o Microsoft in ogni settore”.

Megatrend

“Sappiamo che sono molto i megatrend da monitorare. Andando indietro nel tempo possiamo chiaramente vedere come sono le grandi innovazioni ad aver avuto il maggior impatto sulla produttività economica. Nel 1780 potevamo considerare un megatrend il motore a vapore, ad esempio. Nel ‘900 l’elettricità. Oggi il megatrend è chiaramente internet”.

Possiamo provare a immaginare quali saranno i temi che guideranno la crescita del futuro?

Secondo WisdomTree i megatrend di investimento che domineranno il mercato da qui al 2025 saranno le tecnologie blockchain, il mercato frictionless o la mobilità autonoma. Focus sui sistemi di intelligenza artificiale.

Livia Caivano
Livia Caivano
Condividi l'articolo