PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Ubs vuole crescere negli Usa

07 Gennaio 2019 · Redazione We Wealth · 2 min

  • Obiettivo 2019: conquistare gli individui ad alto reddito che vivono negli Usa

  • La banca svizzera punta negli Usa dato che l’aumento dei paperoni ha toccato le zone dell’Asia e le Americhe

Il colosso bancario svizzero vuole fare concorrenza a JPMorgan e Morgan Stanley nel cercare di attirare più paperoni americani

Ubs punta sui paperoni americani. Nel 2019, il gruppo svizzero ha dunque come obiettivo dunque rafforzare le sue risorse negli Usa, offrendo soluzioni su misura agli higt net wort individual.

Il ramo del Wealth management Usa sarà dunque gestito da Jason Chandler che supervisionerà quasi 7.000 consulenti finanziari. Chandler ha lavorato per 20 anni in Ubs e succede a Brian Hull, che a sua volta è stato nominato vice presidente esecutivo delle Americhe. Le modifiche saranno effettive a partire dal 1° gennaio.

Ubs punta dunque sugli Usa per far crescere ulteriormente il colosso americano. C’è da dire, infatti, che più di un terzo dei 2,4 trilioni di dollari di attività del wealth management sono investiti nelle Americhe, regione a lungo dominata da Morgan Stanley (ha più del doppio dei consulenti di Ubs) e da JPMorgan. Ma perchè puntare negli Usa?

Le ragioni sono due. Da una parte la crescita della ricchezza, nonostante abbia avuto una forte crescita nelle zone dell’Asia, sta continuando a svilupparsi ance negli Usa. E in secondo luogo perché 174 delle 500 persone più ricche al mondo vivono proprio negli Usa (con un patrimonio netto di oltre due trilioni di dollari, secondo l’indice Bloomberg Billionaires)
Ma la strategia attira paperoni di Ubs non finisce qua perché il colosso svizzero sta puntando ad attirare clienti anche in Cina e in America Latina, offrendo loro la possibilità di investire in tutto il mondo.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU:
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.