PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Jerusalmi: ecosistema finanziario, il ruolo cruciale della Borsa

Jerusalmi: ecosistema finanziario, il ruolo cruciale della Borsa

Salva
Salva
Condividi
Virginia Bizzarri
Virginia Bizzarri

07 Settembre 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • In occasione dell’Italian Equity Week di Borsa Italiana, l’ad Raffaele Jerusalmi e Barbara Lunghi, head of primary markets  e Patrizia Celia, head of large caps, investment vehicles, & market Intelligence di Borsa Italiana, evidenziano il ruolo chiave della società di Piazza Affari nell’ecosistema finanziario e l’importanza di un dialogo costante tra aziende e investitori

  • Numeri da record per l’edizione 2020 dell’evento organizzato da Borsa Italiana per promuovere e supportare il dialogo tra le aziende italiane e la comunità finanziaria internazionale

L’ad di Borsa Italiana sottolinea l’importanza della società di Piazza Affari nel panorama finanziario internazionale

“Borsa Italiana gioca un ruolo cruciale nello sviluppare un ecosistema finanziario in grado di sostenere la crescita economica e favorire decisioni di investimento informate”. Queste le parole dell’amministratore delegato di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi, in una lettera di presentazione dell’Italian Equity Week, due settimane di incontri tra aziende italiane ed investitori globali dei principali settori dell’economia (consumer goods & services, infrastrutture, energia, beni e servizi industriali, healthcare e finanza).

“L’Italian Equity Week è parte di sforzi più ampi per sostenere le società quotate con un dialogo e impegno continuo con i partecipanti del mercato”, ha aggiunto Jerusalmi, sottolineando che Borsa Italiana punta a “migliorare il dialogo su temi attuali di rilevanza globale, come il raggiungimento di una crescita economica sostenibile”.

Alla luce degli eventi di natura straordinaria che hanno segnato l’economia globale in questi primi sei mesi dell’anno, l’edizione 2020 assume un’importanza ancora più rilevante. Per molte delle società presenti si tratta del “primo importante appuntamento con gli investitori sui risultati del primo semestre post emergenza Covid-19” ha affermato Jerusalmi, sottolineando che questi tempi straordinari “richiedono maggiore impegno da parte di emittenti e investitori su strategie di lungo termine”. Un primo semestre “estremamente problematico per le economie” ha evidenziato Barbara Lunghi, head of primary markets di Borsa Italiana, ragion per cui “è importante che aziende e investitori proseguano con frequenti conversazioni su come affrontare le sfide e creare nuove opportunità”.

L’evento di quest’anno, spiega a We Wealth Patrizia Celia, head of large caps, investment vehicles, & market Intelligence di Borsa Italiana, rappresenta un momento di confronto “doppiamente importante”. Da un lato, sottolinea la Celia, soprattutto nei periodi di grande incertezza, “è necessario per le aziende essere trasparenti e dialogare con gli investitori per aiutarli a capire i fondamentali, i trend e le prospettive” affinché questi ultimi possano effettuare scelte più consapevoli negli investimenti. Dall’altro, grazie al confronto con gli investitori, “le aziende riescono a fare benchmarking della propria visione strategica” e a capire se la strategia in questione è condivisa dal mercato.

Italian Equity Week 2020: un'edizione da record

L’evento organizzato da Borsa Italiana, che ha preso il via lunedì 7 settembre (per la prima volta in formato interamente digitale) ha riscosso un crescente interesse negli ultimi anni. Un successo che, a detta di Jerusalmi, “sottolinea l’apprezzamento delle principali aziende italiane e della comunità finanziaria globale”. I numeri dell’edizione 2020 sono da record:

  • 75 società presenti (72 quotate, che rappresentano oltre i due terzi della capitalizzazione di mercato di Piazza Affari)
  • oltre 340 investitori in rappresentanza di 190 case di investimento in 4 continenti
  • più di 2.000 incontri previsti

Intanto, l’acquisizione di Borsa Italiana resta sotto i riflettori. Stando a una recente analisi del Financial Times, un’eventuale vendita di Mts, la piattaforma di contrattazione all’ingrosso di titoli di Stato, o dell’intera Borsa Italiana, da parte di London Exchange Group potrebbe essere resa più difficile dall’intervento politico.

Virginia Bizzarri
Virginia Bizzarri
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Outlook e PrevisioniBorsa Italiana