PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Aviva: il futuro è il mercato assicurativo

Aviva: il futuro è il mercato assicurativo

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

02 Aprile 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Gli ultimi dieci anni sono stati caratterizzati dall’uscita dalla crisi finanziaria. In questo arco temporale il settore assicurativo ha fatto passi da gigante

  • La polizza assicurativa presenta tre tipi di vantaggi: finanziario, fiscale e civilistico

I prodotti assicurativi stanno assumendo sempre più importanza all’interno del portafoglio degli investitori italiani. La crisi finanziaria del 2008 e le conseguenze hanno giovato al mercato assicurativo

Il mercato assicurativo è la ricchezza del futuro. I prodotti di natura assicurativa stanno infatti avendo sempre più spazio all’interno del portafoglio degli investitori italiani. Alberto Vacca, chief business &investment officer di Aviva durante la conferenza “tra volatilità dei mercati e nuove sfide normative, l’assicurazione continuerà a crescere nelle preferenze degli investitori italiani” tenutasi presso il Salone del risparmi 2019, ha spiegato come dal 2008 al 2018 la ricchezza degli investitori italiani è aumentata e un 1/4 di questa è direttamente collegata ai prodotti assicurativi. Questa crescita è però andato a discapito delle obbligazioni e dei titoli di stato. Ma come mai? Vacca spiega come gli ultimi 10 anni sono stati caratterizzati dall’uscita della crisi finanziaria del 2008. “La gente ha conosciuto lo spred sulle obbligazioni e sui titoli di stato” dichiara Vacca. Negli ultimi 10 anni si sono inoltri sfatati alcune “false convinzioni” come il fatto che i titoli obbligazionari siano sempre pagati. “Una maggiore volatilità e una minor fiducia dei clienti è andato a vantaggio dell’industria assicurativa” sottolinea Vacca.

Vantaggi dei prodotti assicurativi

I prodotti assicurativi per loro natura hanno tre vantaggi: finanziario, fiscale e civilistico. Per quanto riguarda gli aspetti finanziari si sono evidenziati cinque punti vincenti

• Migliore rapporto rendimento/rischio
• Beneficio di diversificazione implicito e di portafoglio grazie alle soluzioni multiramo e unit linked
• Gestione efficiente dell’entry point nel mercato equity
• L’immunizzazione dal rischio di mercato per quanto riguarda la componente multiramo, investita in gestione separata
• L’architettura aperta delle soluzioni di private insurance

Per quanto riguarda i vantaggi fiscali gli aspetti forti sono quattro
• Differimento della tassazione sul capital gain e dell’imposta di bollo al momento del riscatto
• L’esenzione dalle imposte di successione
• L’esenzione dall’applicazione dell’imposta di bollo sulla parte investita in gestione separata
• La neutralità fiscale degli switch

Infine per quanto riguarda i vantaggi dal punto di vista civilistico, si posso evidenziare quattro aspetti:

• La garanzia di riservatezza dei beneficiari scelti dal contraente
• L’acquisizione di un diritto proprio dei beneficiari in caso di decesso dell’assicurato
• La segregazione patrimoniale
• La protezione e finalità previdenziale

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Private InsuranceItalia