PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Vuoi fondare una startup? Ecco la top10 delle città più gettonate

Vuoi fondare una startup? Ecco la top10 delle città più gettonate

Salva
Salva
Condividi
Rita Annunziata
Rita Annunziata

31 Dicembre 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • New York investe in oltre 7mila startup tecnologiche

  • Tokyo è la terra promessa della tecnologia 3d

  • Londra guadagna il terzo posto a livello mondiale, ma il primo a livello europeo

Se vuoi fondare una startup, scegliere il luogo in cui affondare le sue radici è uno dei primi passi da compiere. Da New York a Londra, ecco la top10 delle migliori città in cui far prosperare idee, talenti e competenze secondo il World Economic Forum

Per creare una startup avere idee innovative talvolta non basta: trovare il giusto contesto ambientale, economico e normativo all’interno del quale innestare le proprie radici potrebbe rappresentare la chiave del successo.

A correre in aiuto delle aziende intraprendenti e dei big del business mondiale è l’Innovation Cities 2019 del World Economic Forum, la dodicesima edizione dell’indice che confronta le prestazioni di 500 città a livello mondiale per trovare i luoghi migliori in cui far prosperare idee, talenti e competenze. Gli Stati Uniti d’America dominano la classifica della top10: al primo posto si posiziona New York, accompagnata da Chicago, Boston e San Francisco. Tra le europee, riescono a guadagnare un posto nell’Olimpo soltanto Londra e Parigi. E l’Italia? Il Belpaese guadagna la 29esima posizione con Milano e la 45esima con Roma.

1. New York

La Grande Mela è a tutti gli effetti la migliore città in cui fondare una startup. Salita di tre posizioni nel corso dell’anno e guadagnata la vetta del podio, New York investe in oltre 7mila startup tecnologiche. “Il settore tecnologico – si legge nel report – è cresciuto molto rapidamente negli ultimi anni, sviluppando talenti e competenze leader a livello mondiale in discipline come la produzione 4.0, la robotica, la sicurezza informatica, e le scienze della salute e della vita”.

2. Tokyo

La megalopoli giapponese nel 2019 saluta l’oro e guadagna un felice secondo posto, mantenendo comunque lo status di principale centro di innovazione a livello mondiale. Tokyo è infatti la patria della robotica, ma anche la terra promessa della tecnologia 3d.

3. Londra

Stessa sorte per Londra, che cade al terzo posto nonostante un “fiorente settore tecnologico che accoglie innovatori e attira i migliori talenti”, spiega il World Economic Forum. La capitale inglese, ospitando alcuni dei principali attori del settore (come Facebook, Apple e Google), resta il principale hub per le aziende tecnologiche.

4. Los Angeles

Il settore tecnologico, in crescita, rappresenta circa il 10% dell’economia locale di Los Angeles. Tra l’altro, la regione westside della città accoglie anche Silicon Beach, una comunità tecnologica che ospita oltre 500 startup e uffici di affermati giganti del settore, tra cui quelli di Google, Salesforce e della casa madre di Snapchat.

5. Singapore

Per le aziende tecnologiche che vogliono fare il loro ingresso nei mercati dell’area Asia-Pacifico, Singapore è la proposta più interessante. Nella metropoli asiatica è presente un’area di due ettari dedicata alla ricerca sui veicoli a guida autonoma, compreso un circuito di prova con semafori, fermate di autobus e passaggi pedonali.

6. Parigi

L’Europa inizia a respirare al sesto posto della classifica. La capitale francese sta diventando il principale hub tecnologico del continente, successiva unicamente a Londra. I talenti internazionali sarebbero attratti in particolare dall’implementazione di una serie di programmi tecnologici come la semplificazione delle imposte sul reddito e delle leggi sul lavoro, ma anche un fondo nazionale per l’innovazione da 10 miliardi di euro.

7. Chicago

Le città statunitensi continuano a brillare: new entry nella top ten, Chicago guadagna il settimo posto proponendo un approccio nuovo: non un unico centro di raggruppamento come la Silicon Valley, ma una strategia di disseminazione in tutta la città. Un ecosistema per attirare nuovi talenti e supportare la loro integrazione.

8. Boston

All’ottavo posto si posiziona Boston, che presenta “uno dei settori tecnologici con la crescita più rapida del Paese”, spiega il report. Tra le aree più floride, si distinguono l’industria della robotica e le società specializzate in contenuti web e analisi.

9. San Francisco

Anche San Francisco è la patria di alcuni big del panorama tecnologico mondiale, tra cui Google, Facebook e Apple. Eppure, la città statunitense ha perso ben sei posti rispetto alla classifica del 2018, passando dalla terza alla nona posizione.

10. Toronto

Ultima della top10 è Toronto, la più grande città del Canada. Cuore dell’intelligenza artificiale, attrae numerosi investimenti specialmente nei settori della vendita al dettaglio e dell’assistenza sanitaria. A contribuire al successo della metropoli sarebbero una serie di programmi che favoriscono partenariati pubblico-privato.

Rita Annunziata
Rita Annunziata
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Imprese e startup