PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Nobel 2019 a Banerjee, Duflo e Kremer: economisti contro la povertà

Nobel 2019 a Banerjee, Duflo e Kremer: economisti contro la povertà

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

14 Ottobre 2019
Tempo di lettura: 5 min
Tempo di lettura: 5 min
Salva
  • Abhijit Banerjee, Esther Duflo e Michael Kremer – rispettivamente di nazionalità indiana, francese e americana – hanno 58, 46 e 54 anni

  • Esther Duflo, classe 1972, è la più giovane vincitrice di un Nobel per l’Economia della storia, oltre che la seconda donna ad essere insignita del premio

  • La ricerca condotta dai premi Nobel “ha considerevolmente migliorato la nostra abilità di lottare la povertà globale”

Il premio Nobel per l’economia 2019 è stato assegnato a Abhijit Banerjee, Esther Duflo e Michael Kremer, per il loro approccio sperimentale volto ad alleviare la povertà globale

Il premio Nobel per l’economia 2019 parla tre lingue: inglese, francese e indiano. A vincere il Sveriges Riksbank 2019 per le scienze economiche in memoria di Alfred Nobel sono infatti Abhijit Banerjee, Esther Duflo e Michael Kremer, tre economisti di nazionalità rispettivamente indiana, francese e americana. Il riconoscimento più importante per l’economia globale ha premiato i tre economisti “per il loro approccio sperimentale volto ad alleviare la povertà globale“.

I tre vincitori – si legge nelle motivazioni del Nobel – hanno “introdotto un nuovo approccio per ottenere risposte affidabili sui modi migliori per combattere la povertà globale“. Tra questi, “suddividere il problema in questioni più piccole e più gestibili, come ad esempio gli interventi più efficaci per migliorare i risultati educativi o la salute dei bambini”.

Banerjee e Duflo sono entrambi professori al Massachussetts Institute of Technology (Mit), mentre Kremer insegna a Harvard. Il Nobel 2019 per l’economia ha premiato per la seconda volta nella sua storia una donna. Esther Duflo, classe 1972, con i suoi 46 anni, è anche la più giovane vincitrice di un Nobel per l’Economia. Anche Banrjee e Kremer, con i loro 58 e 54 anni, figurano tra gli economisti più giovani ad aver ottenuto questo riconoscimento. Il premio corrisposto ai tre vincitori sarà pari a 9 milioni di corone svedesi (circa 831 mila euro).

I perché dei Nobel 2019

In un mondo dove “nonostante i recenti passi avanti, uno dei problemi più urgenti dell’umanità rimane la lotta contro la povertà globale, in tutte le sue forme” e dove “oltre 700 milioni di persone vivono ancora con redditi estremamente bassi”, i tre economisti “hanno dimostrato che a queste domande più piccole e più mirate, viene spesso fornita una risposta migliore attraverso esperimenti attentamente progettati tra le persone più colpite”.

La ricerca condotta dai premi Nobel “ha considerevolmente migliorato la nostra abilità di lottare la povertà globale. In soli due decenni, il loro nuovo approccio ha trasformato l’economia dello sviluppo, che è diventato ora un fiorente campo di ricerca”, si legge nel comunicato che ha dato notizia dei vincitori.

A meta’ degli anni ’90, Michael Kremer e i suoi colleghi hanno condotto esperimenti sul campo per testare una serie di interventi che potrebbero migliorare i risultati scolastici dei bambini nel Kenya occidentale. Abhijit Banerjee e Esther Duflo, che spesso hanno lavorato con Michael Kremer, hanno condotto studi simili in su altre questioni e in altri Paesi. I loro metodi di ricerca sperimentale ora sono centrali negli studi economici sullo sviluppo.

Chi sono i vincitori del Nobel per l’economia

L’Accademia reale svedese delle Scienze ha premiato per la seconda volta una donna per l’economia. Esther Duflo è un’economista franco-americana, cofondatrice e direttrice dell’Abdul Latif Jameel Poverty Action Lab (J-Pal) e professoressa di Riduzione della povertà e economia dello sviluppo presso il Massachusetts Institute of Technology (Mit). È membro del consiglio di amministrazione dell’Ufficio di ricerca e analisi economica dello sviluppo (Bread), oltre che direttrice del programma di economia dello sviluppo del Center for Economic and Policy Research.

Abhijit Banerjee è il marito di Duflo. Economista di nazionalità indo-americana, Banerjee è professore di economia nella Ford Foundation International presso il Mit. Cofondatore, insieme alla moglie, del Abdul Latif Jameel Poverty Action Lab e membro del Consorzio per i sistemi finanziari e la povertà è stato inoltre presidente dell’Ufficio di presidenza per la ricerca nell’analisi economica dello sviluppo, ricercatore associato del National Bureau of Economic Research, del Center for Economic Policy Research, del Kiel Institute, dell’American Academy of Arts and Sciences e membro della Econometric Society.

Michael Robert Kremer è un economista americano specializzato nella teoria sviluppo, professore presso l’Università di Harvard. Membro dell’American Academy of Arts and Sciences, è stato nominato Young Global Leader dal World Economic Forum. Kremer è affiliato presso l’Innovations for Poverty Action, un apparato di ricerca con sede a New Haven (Connecticut) dedicato alla ricerca delle necessarie soluzioni connesse con i problemi dello sviluppo sociale, sul piano internazionale. L’economista è anche membro di Giving What We Can, una società che opera a favore della riduzione della povertà.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Società e Istituzioni