PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Hsbc, previste 700 nuove assunzioni in Asia

10 Gennaio 2019 · Redazione We Wealth · 2 min

  • Dal 14 gennaio Cynthia Leea, sarà il nuovo capo del Private Banking per l’Asia settentrionale

  • L’Asia è il futuro per Hsbc, ma anche l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione sono in programma

Hsbc Private Banking ha in programma di assumere 700 nuovi professionisti nei prossimi cinque anni. La banca ha deciso di puntare molto sull’Asia e in particolare sulla Cina

Hsbc Private Banking punta sull’Asia. Il colosso bancario vuole infatti assumere 700 nuovi professionisti in Asia, nei prossimi cinque anni. Il primo nuovo acquisto è Cynthia Lee, nuovo capo del Private Banking per l’Asia settentrionale. La sua carica avrà effetto a partire dal 14 gennaio. Lee andrà dunque a sostituire Brent York, che è stato nominato direttore operativo globale per il Private banking. Con sede ad Hong Kong, Lee assumerà dunque un ruolo chiave all’interno di Hsbc. Dovrà infatti occuparti della pianificazione immobiliare, della gestione finanziaria degli asset dei clienti, e di questioni di successione e passaggi generazionali.

Lee ha maturato 20 anni di esperienza nella consulenza patrimoniale e precedentemente è stato capo del Wealth advisoy dell’Asia con JPMorgan Private Bank. York, fa sapere la banca avrà invece il compito di sviluppare una strategia di insieme a livello globale, per far crescere la banca. “La nostra intenzione è di far crescere le nostre attività in Asia, Regno Unito, Europa, Medio Oriente e Usa” ha dichiarato Alan Beattie, responsabile globale del Private banking. Hsbc punta dunque, nel breve, ad ampliare significativamente la sua attività di private banking in Asia, con un focus particolare sulla Cina. Oltre alle 700 nuove assunzioni la banca prevede anche di spendere circa 100 milioni di dollari in tecnologia e digitale, nei prossimi due anni.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: