PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Barclays pronta a tagli nel wealth management di Dubai

12 Luglio 2019 · Francesca Conti · 2 min

  • I licenziamenti dovrebbero riguardare anche posizioni senior e personale di supporto all’interno della divisione, che comprende circa 100 dipendenti

  • Barclays spiega “di aver completato una revisione del suo modello operativo negli Emirati Arabi Uniti per garantire una piattaforma di business sostenibile ed efficiente”

  • Barclays starebbe valutando anche la possibilità di trasferire parte del personale negli uffici di Ginevra e Londra

Barclays sarebbe pronta a tagliare circa il 20% della sua forza lavoro nel business del wealth management di Dubai. Le indiscrezioni di Bloomberg

Per il wealth management di Barclays sono in arrivo importanti novità. La banca internazionale nata a Londra sarebbe pronta a tagliare circa il 20% della sua forza lavoro nel business del wealth management di Dubai. A riferirlo a Bloomberg sono fonti vicine alla situazione. I licenziamenti, spiegano le fonti, dovrebbero riguardare anche posizioni senior e personale di supporto all’interno della divisione, che comprende circa 100 dipendenti. Sempre secondo le fonti potrebbero essere effettuati in seguito ulteriori tagli. Barclays starebbe valutando anche la possibilità di trasferire parte del personale negli uffici di Ginevra e Londra, al posto che procedere con i licenziamenti.

Barclays “conferma di aver completato una revisione del suo modello operativo negli Emirati Arabi Uniti per garantire una piattaforma di business sostenibile ed efficiente”, ha detto in un comunicato un portavoce della banca con sede nel Regno Unito. La società “considera la regione degli Emirati Arabi Uniti e della regione Mena (Medioriente Nord Africa) un mercato chiave e rimane pienamente impegnata nel continuare a servire i clienti che vi hanno sede”.

La banca impiega circa 200 persone nell’International Financial Centre di Dubai. Nel 2017 per la sede ha ingaggiato il banchiere di Ubs Group Steve Klemme per rafforzare i rapporti con i clienti mediorientali high-net-worth (Hnwi) e Ultra-high-net-worth (Unhwi) e i team con sede a Dubai, Svizzera e Londra. Non si tratterebbe dei primi tagli nella regione. Nel 2016 infatti, Barclays aveva tagliato circa 150 posti di lavoro nel settore corporate e investment banking di Dubai. Secondo il rapporto annuale della banca relativo al 2018, le difficili condizioni di mercato hanno fatto sì che il totale degli asset in gestione da parte della divisione di wealth management locale diminuissero di anno in anno.

Francesca Conti
Francesca Conti
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: