eWibe, l’intelligenza artificiale innova il mercato dei fine wines

3 MIN

La società chiude il 2023 perfezionando il servizio di consulenza grazie al supporto dell’intelligenza artificiale disponibile da ora per collezionisti e investitori iscritti alla piattaforma. Ecco la novità (e quelle in arrivo per l’anno che verrà)

Una soluzione – che si affianca e potenzia il servizio di advisory già offerto dai Wine Expert – capace di innovare il mercato dell’investimento in vino attraverso una piattaforma ponte tra due mondi tradizionalmente separati, quello del mercato e quello del consumo. È questa l’ultima novità in casa eWibe, live market dei vini pregiati che unisce servizi di trading, informazione e deposito bottiglie. L’introduzione sapiente dell’intelligenza artificiale all’interno del servizio di Personal Wine Advisory – che diventa così anche virtuale e disponibile 24/7 – offrirà ad appassionati, collezionisti e investitori la possibilità di creare un portafoglio di vini ottimizzato, diversificato e ad altro potenziale, prendendo in considerazione una serie di parametri forniti dall’utente come budget, regioni preferite, annate e formato delle bottiglie. Nei prossimi mesi, il sistema virtuale sarà anche in grado di raccontare a tutti gli appassionati alcuni dettagli sul mercato del vino, condividendone le dinamiche, i trend in atto, ma anche le storie delle singole bottiglie. Ma come funziona il servizio e quali vantaggi può offrire a collezionisti e investitori? We Wealth ne ha parlato con Edoardo Maria Lamacchia, Ceo di eWibe, e Leonardo Bernasconi DipWSET, Head of Wine. 

Prima di iniziare, una premessa: com’è stato il 2023 di eWibe? 

“Questo è stato il primo anno completo di attività per noi, visto che la piattaforma è pienamente operativa dall’estate del 2022” spiega Lamacchia. “Chiudiamo il 2023 con tutti i KPI’s in crescita, grazie anche alla sempre maggiore attenzione del pubblico al mondo dei fine wines e più nello specifico del vino come asset di investimento. Trovandoci in un contesto macroeconomico instabile, anche il mercato del vino nel 2023 ha visto una stabilizzazione dei prezzi rispetto al 2022, ma l’interesse nei suoi confronti è destinato a crescere. La nostra base utenti, che ha già raggiunto i 9mila iscritti, ha dimostrato negli ultimi dodici mesi un interesse particolare per i grandi vini italiani, in primis toscani e piemontesi, mentre lo scorso anno si evinceva una preferenza per i vini francesi e in particolare per lo champagne. Questi trend ci confermano che il mercato italiano dei fine wines ha ancora molto margine di crescita. Parlando della piattaforma, gli utenti hanno particolarmente apprezzato il supporto offerto dai nostri servizi, come quello di Personal Wine Advisory”. 

Edoardo Maria Lamacchia, Ceo di eWibe

In cosa consiste il servizio di Personal Wine Advisory e quali sono i vantaggi per il collezionista/investitore?

“Il servizio è stato introdotto all’inizio del 2023 per rispondere alla necessità degli utenti – semplici appassionati ma anche esperti – di essere supportati nelle proprie decisioni di investimento in vini pregiati” precisa Leonardo Bernasconi DipWSET. “Fino ad oggi, la consulenza avveniva su misura tramite un confronto one-to-one, per supportare i clienti nella creazione di un portafoglio vini personalizzato su esigenze specifiche. Questa consulenza, inoltre, ha permesso di dare una visione più precisa sull’andamento del mercato dei fine wines, oltre a consigliare bottiglie dal grande potenziale di crescita”. 

Da oggi il Servizio di Wine Advisory è anche virtuale grazie all’intelligenza artificiale: qual è il valore aggiunto? 

Fin dal lancio di eWibe, il nostro obiettivo è stato quello di aumentare la trasparenza nelle dinamiche del mercato dei vini di pregio” afferma Lamacchia. “Grazie all’intelligenza artificiale, abbiamo potenziato il servizio di Personal Wine Advisory, fornendo un ulteriore punto di contatto disponibile 24/7 e alla portata di tutti gli utenti. L’obiettivo è quello di offrire sempre più personalizzazione nell’esperienza dell’utente: il wine advisor virtuale sarà così capace di raccontare più nel dettaglio il mercato del vino, le sue caratteristiche e i suoi trend, ma anche la storia delle singole bottiglie e i premi da esse acquisite. Il tutto avverrà sotto la lente di Leonardo, che monitorerà il corretto andamento del servizio”.

Quali sono le domande più frequenti che ricevete?

“Tra i nostri utenti vi sono ad esempio i neofiti del mondo del vino, attratti anche dalle opportunità di investimento presenti. Questi spesso ci domandano come costruire un portafoglio, quale quota destinare alle bottiglie e quale alle casse, quanto a champagne e quanto a barolo, ecc. Gli intenditori, invece, sono più interessati alla possibilità di aprire nuove posizioni a partire da un budget e un orizzonte temporale definiti. Ma non mancano anche le persone interessate che desiderano avere dettagli più precisi e difficilmente reperibili online” aggiunge Bernasconi. 

Leonardo Bernasconi DipWSET, Head of Wine di eWibe

Cosa avviene dopo la consulenza? 

“L’utente riceve una mail che riporta i temi affrontati insieme. In base a quanto deciso, i fondi destinati all’acquisto di bottiglie e/o casse vengono depositati in piattaforma. L’acquisto può essere effettuato subito dopo, oppure l’utente può seguire l’andamento dei lotti sul live market, aspettando il momento più favorevole per creare la propria cantina. Come tutti i vini acquistati su eWibe, il collezionista/investitore può usufruire del servizio di deposito in magazzino, un caveau finalizzato a proteggere e conservare le bottiglie scambiate sulla piattaforma. Il servizio di Personal Wine Advisory è stato particolarmente apprezzato, tanto che più del 30% di chi ne ha usufruito è tornato per una seconda consulenza nei mesi successivi, costruendo con noi un rapporto di fiducia” conclude Bernasconi.

Infine, possiamo anticipare qualche novità per il 2024? 

Parallelamente al servizio di Wine Advisory virtuale abbiamo lanciato la nostra app, studiata per permettere all’utente di vivere un’esperienza più uniforme e immersiva, grazie alla tecnologia di React Native e all’interfaccia intuitiva e user-friendly. Con la nuova app sarà inoltre presto disponibile un sistema avanzato di notifiche in tempo reale, finalizzato a segnalare le migliori opportunità di acquisto e vendita di vini pregiati. Per il 2024 stiamo lavorando in due direzioni: da una parte, l’ampliamento del prodotto e dell’esperienza dell’utente (in parte già realtà grazie al wine advisor virtuale e all’applicazione); dall’altra, l’internazionalizzazione. Il nostro grande obiettivo è iniziare a guardare oltre i confini italiani, portando l’esperienza di eWibe anche in altri paesi europei. Continuiamo ovviamente a lavorare per aumentare l’offerta di bottiglie e casse in piattaforma – abbiamo raggiunto da poco il valore complessivo di 4,5 milioni di euro – e per chiudere nuovi accordi con cantine e commercianti, così da offrire nuove opportunità ai nostri iscritti”. 

LE OPPORTUNITÀ PER TE.
Come si costruisce una cantina di vini di pregio?
Quanto influisce la giusta conservazione nel loro valore di mercato?
Gli advisor selezionati da We Wealth possono aiutarti a trovare le risposte che cerchi.
TROVA IL TUO ADVISOR

Articoli correlati