Bitcoin: un 2021 all'insegna dei 70.000 dollari

Tempo di lettura: 2'
Secondo diversi analisti nel 2021 il Bitcoin continuerà la sua salita. Entro Natale la valuta digitale potrebbe puntare ai 70-90.000 dollari

Il 2021 inizia molto bene per la regina delle criptovalute, con un valore di 30.000 dollari

La spinta maggiore al successo c'è stata grazie a PayPal  

Bitcoin inarrestabile. Il 2021, per la moneta digitale, inizia con quota 30.000 dollari. Il 3 di gennaio la regina delle valute digitali era andata molto vicina ai 35.000 dollari, ma il 4 è sceso a quota 30.000. Una somma da non sottovalutare se si pensa al suo 2020.
La spinta maggiore il Bitcoin l'ha avuta grazie a PayPal. A ottobre la società aveva infatti annunciato di essere pronta ad accettare i pagamenti in criptovalute (in una prima fase questa opzione sarà possibile solo per il mercato americano ma PayPal ha sottolineato che vuole aprire alle valute digitali tutti i suoi 346 milioni di clienti a livello globale. E dunque dal 2021 accanto alle 24 valute al momento accettate ci saranno anche i bitcoin, bitcoin cash e litecoin).

Questo riconoscimento, secondo Eugenio Sartorelli, vicepresidente Siat, ha reso la crescita della valuta digitale costante e molto più forte rispetto alle altre: tra le big 10 (nel mondo delle valute digitali) il Bitcoin è la più forte. Altro fattore da considerare è il fatto che le criptovalute sono entrate definitivamente nel dibattito finanziario. Diverse banche centrali stanno infatti discutendo seriamente di introdurre la valuta digitale (Euro digitale, Yuan digitale). inoltre, il Bitcoin da marzo 2020 in poi ha continuato a salire costantemente, mentre pochi altri asset finanziari hanno fatto registrare una ripresa come il Bitcoin.
La crescita della valuta digitale è stata così sorprendete che anche Jp Morgan, che in passato aveva screditato la criptovaluta, ha recentemente sottolineato come questa abbia davanti a se un futuro radioso. E dello stesso parere sembra anche Simon Peters, analista e esperto di criptovalute di eToro.

“Guardando al futuro, credo che i 70.000 - 90.000 dollari potrebbero divenire un obiettivo possibile da raggiungere entro Natale 2021. La domanda del Bitcoin continua infatti a superare l'offerta e gli investitori istituzionali continuano ad acquistare la criptovaluta per proteggersi dall'inflazione: fattori che, insieme, stanno contribuendo a mantenere il prezzo al di sopra dei 20.000 dollari. Se questa tendenza dovesse aumentare nel corso dei prossimi mesi, i prezzi potrebbero essere spinti ancora più in alto. Gli investitori si stanno rendendo conto che, nonostante il rapido aumento dei prezzi che ha fatto clamore nel corso di questa settimana, considerare il Bitcoin come un investimento a lungo termine da tenere per mesi se non per anni nel proprio portafoglio, potrebbe esaltarne il vero potenziale, soprattutto nel corso del 2021".

Da ricordare però che nonostante queste previsioni i Bitcoin restano sempre un asset molto volatile. Non sono infatti pochi i casi che hanno visto il crollo della valuta digitale quando era al sua apice. Certo, i presupposti sono diversi dal passato come abbiamo visto, ma la strada verso la gloria, ricordano gli analisti, però costellata di ostacoli. Resta dunque importante non investire più di quando non si sia disposti a perdere.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti