Certificati, come scegliere quello giusto per ogni esigenza di protezione

3 MIN

In un contesto ancora incerto, che può rendere i mercati nervosi, la gestione del rischio diventa fondamentale. I certificati di investimento emessi da UniCredit negli ultimi mesi rispondono proprio a questa crescente esigenza, presentando una maggiore protezione contro la volatilità. Senza dimenticare il rendimento

Barriere profonde che coprono contro ribassi fino al -60%, airbag di protezione aggiuntivi a scadenza, ma anche premi fissi e cedole con effetto memoria, oltre che un rimborso anticipato (e magari con meccanismo Step-Down). Sono diversi i fattori proposti da UniCredit e introdotti nelle sue ultime emissioni di certificati di investimento per affrontare al meglio gli sbalzi di umore dei mercati e ottenere rendimenti anche in caso di debolezza. Ne abbiamo parlato con Riccardo FalcoliniSales Public Distribution Italy di UniCredit.

UniCredit è molto attiva in tema di nuove emissioni di certificati. Come si sta caratterizzando la sua proposta? 

Grazie a un costante monitoraggio del mercato e all’interazione con la clientela, emettiamo con una frequenza sempre più elevata numerose soluzioni, sia di prodotti a leva sia di certificati di investimento, così da soddisfare in maniera tempestiva i diversi bisogni in ottica di rendimento o di copertura. Da inizio anno abbiamo infatti effettuato più di 100 emissioni per oltre 4.600 prodotti a leva e oltre 200 certificati di investimento. Soffermandoci su questa seconda categoria, abbiamo notato negli ultimi mesi una crescente attenzione della clientela verso prodotti conservativi.

Perché inserire questi prodotti in un portafoglio di investimento?

In generale, il certificato rappresenta una valida alternativa per diversificare il portafoglio, inserendolo al fianco delle più classiche asset class, come azioni, bond, fondi ed ETF. Con la loro struttura dinamica i certificati possono rispondere a svariate esigenze degli investitori, come la necessità di maggiore protezione, ma, soprattutto, grazie al payoff asimmetrico, permettono di ottenere un rendimento anche in caso di debolezza dei mercati, nei limiti delle barriere di protezione. Non dimentichiamo anche l’efficace profilo fiscale dei certificati che permette di compensare sia le cedole sia i proventi derivanti dalla negoziazione degli stessi con eventuali minusvalenze pregresse registrate da un’altra asset class.

Un esempio pratico per capirne i vantaggi?

Come struttura difensiva è interessante la gamma “Fixed Cash Collect Low Barrier”, che paga premi fissi incondizionati. Il nome commerciale Low Barrier è rappresentativo di una barriera di protezione del capitale particolarmente profonda, posta al 40% del valore iniziale del sottostante. Il certificato, quindi, oltre a pagare un premio costante, è in grado di assorbire un drawdown importante del mercato azionario. Nello specifico, ad esempio, il Fixed Cash Collect Low Barrier con sottostante Intesa Sanpaolo (Isin: DE000HC3WNE1) paga cedole mensili incondizionate dello 0,40% e prevede una protezione contro ribassi del 60%.

Quali novità in cantiere?

Consideriamo la formazione molto importante per fare scelte di investimento consapevoli e adeguate e per questo abbiamo deciso di integrare la serie di appuntamenti on-line con alcuni eventi in presenza, presso la nostra Torre UniCredit. Questa iniziativa rappresenta davvero un’occasione preziosa di incontro e confronto. Le attività di formazione, oltre che la nostra hotline, attiva nei giorni di borsa aperta dalle 09:00 alle 18:00, rappresentano un punto di contatto di forte valore aggiunto sia per noi che per la clientela.

Un certificato giusto per ogni esigenza: come scegliere


Cash Collect Protetto 100%

Protezione totale incondizionata del capitale: a scadenza viene rimborsato il 100% del valore nominale, indipendentemente dall’andamento del sottostante. Premio condizionato mensile: dallo 0,35% al 0,50% del valore nominale.
Condizione del premio mensile: che nelle date di osservazione il sottostante sia pari o superiore al livello importo aggiuntivo condizionato, posto all’85% del valore iniziale del sottostante.
Sottostante: singola azione italiana o internazionale.
Scadenza: dicembre 2028.

Low Barrier Cash Collect Worst Of Step-Down

Protezione del capitale con barriera al 40% o 50% del valore iniziale dei sottostanti: a scadenza, se il sottostante con la performance peggiore all’interno del paniere quota pari o sopra al livello barriera, viene rimborsato l’importo nominale oltre al premio e gli eventuali premi non pagati in precedenza; altrimenti viene corrisposto un valore commisurato alla performance del sottostante peggiore all’interno del paniere e il certificate non protegge il capitale investito.
Premio condizionato mensile: dallo 0,55% all’1,25% del valore nominale.
Condizione del premio mensile: che nelle date di osservazione il sottostante con la performance peggiore all’interno del paniere (caratteristica Worst Of) abbia un valore pari o superiore al livello barriera, posta al 40% o al 50% del valore iniziale.
Effetto memoria: il premio non corrisposto non viene perso, ma pagato nella prima data di osservazione in cui la condizione del premio viene soddisfatta.
Sottostante: paniere di azioni italiane e/o internazionali.
Scadenza: febbraio 2025.
Autocallable: possibile rimborso anticipato da novembre 2023 con meccanismo Step-Down (il livello di rimborso anticipato diminuisce del 5% ogni tre date di osservazione).

Fixed Cash Collect Low Barrier

Protezione del capitale con barriera posta al 40% del valore iniziale del sottostante: a scadenza se il sottostante ha un valore pari o superiore al livello barriera, viene rimborsato l’importo nominale oltre al premio; altrimenti viene corrisposto un valore pari alla performance del sottostante, in questa ipotesi, il certificate non protegge il capitale investito.
Premio fisso mensile: dallo 0,35% all’1,5% del valore nominale, pagato indipendentemente dall’andamento del sottostante.
Sottostante: singola azione italiana o internazionale.
Scadenza: dicembre 2024 o dicembre 2025 a seconda del sottostante.

Fixed Cash Collect Autocallable Worst Of Airbag

Protezione del capitale con barriera al 50% o al 60% del valore iniziale ed effetto Airbag: a scadenza se il valore del sottostante con la performance peggiore all’interno del paniere ha un valore pari o superiore al livello barriera, viene rimborsato l’importo nominale oltre al premio incondizionato; altrimenti viene corrisposto un valore inferiore all’importo nominale, oltre al premio incondizionato, calcolato come segue: Importo di Rimborso = Importo Nominale × [Valore Finale ÷ (Valore Iniziale × Barriera %) ]. Grazie all’effetto Airbag, l’importo di rimborso non segue linearmente la performance del sottostante peggiore ma è superiore alla stessa.
Premio fisso mensile: dallo 0,45% allo 0,85%, pagato indipendentemente dall’andamento del sottostante.
Sottostante: paniere di azioni italiane e/o internazionali.
Scadenza: marzo 2026.
Autocallable: possibile rimborso anticipato da dicembre 2023 con meccanismo Step-Down (il livello di rimborso anticipato diminuisce del 5% ogni tre date di osservazione).

Step-Down Cash Collect Worst Of Maxi Premio

Protezione del capitale con barriera tra il 50% e il 60% del valore iniziale dei sottostanti: a scadenza se il valore dell’azione sottostante con la performance peggiore all’interno del paniere è pari o superiore rispetto al livello barriera, viene rimborsato l’importo nominale oltre al premio; altrimenti viene corrisposto un valore commisurato alla performance dell’azione sottostante peggiore e in questo caso il certificate non protegge il capitale investito.
Premio maxi iniziale condizionato: dal 15% al 18% del valore nominale.
Condizione del premio maxi iniziale: che nella prima data di osservazione il sottostante con la performance peggiore del paniere (caratteristica Worst Of) abbia un valore pari o superiore al livello barriera, posta tra il 50% e il 60% del valore iniziale.
Premio fisso trimestrale: dallo 0,5% all’1,45% del valore nominale, pagato successivamente indipendentemente dall’andamento del sottostante.
Sottostante: paniere di azioni italiane e/o internazionali.
Scadenza: marzo 2026.
Autocallable: possibile rimborso anticipato a partire da dicembre 2023 con meccanismo Step Down (il livello di rimborso anticipato diminuisce del 5% ogni due date di osservazione).

Articolo tratto dal numero di maggio 2023 del magazine We Wealth

Fai rendere di più la tua liquidità e il tuo patrimonio. Un’opportunità unica e utile ti aspetta gratuitamente.

Compila il form ed entra in contatto gratuitamente e senza impegno con l’advisor giusto per te grazie a YourAdvisor.

Articoli correlati