Follie da collezionisti: gli oggetti più cari del 2020

Teresa Scarale
Teresa Scarale
5.7.2021
Tempo di lettura: 2'
Non solo Francis Bacon e diamanti rosa, ma anche carcasse di animali, scarpe da ginnastica usate, vasi cinesi, scritti di Shakespeare, whisky. Sono alcuni fra i beni più costosi andati in asta nell'anno della pandemia. All'insegna della diversificazione più sfrenata
È vero, nessun'opera d'arte ha superato i 100 milioni in asta lo scorso anno. Ma i mercati del collezionismo hanno comunque fatto faville. Se l'opera più costosa in assoluto è stata il trittico di Francis Bacon da 84,6 milioni di dollari venduto da Sotheby's a giugno, altri sono stati i più originali. O più sognanti, come il diamante Spirito della rosa, 14,83 carati e 26,6 milioni di dollari da Sotheby's Ginevra.
francis bacon lotto più caro in asta nel 2020 Il trittico di Francis Bacon ispirato dall'Oresteia di Eschilo



Sul fronte gioielli, non si può non annoverare anche la collana in giadeite imperiale verde, rubino e diamante che Sotheby's ha battuto a Hong Kong per 10,6 milioni di dollari Usa.

oggetti più cari 2020

Dal sogno all'incubo, con Stan, la carcassa di tirannosauro rex reginetta – con i suoi 31,8 milioni di dollari – della vendita serale di ottobre di Christie's dedicata all'arte del XX secolo (si, il dinosauro sedeva a fianco di Picasso e Rothko). Il perché del suo prezzo? Si tratta del più completo scheletro di dinosauro mai rinvenuto.

oggetti più cari 2020

Prima della mole di Stan, c'era stata la silhouette in bronzo di Alberto Giacometti, Femme Debout (1958), venduto per 13,7 milioni di dollari a luglio da Sotheby's (è interessante notare che le offerte via app mobile avevano raggiunto 12 milioni, prima della volata finale.



Nella girandola degli oggetti più cari del 2020 non può mancare un'auto d'epoca. In particolare, la Bugatti Type 55 Super Sport Roadster del 1932, da Bonhams venduta per 7,1 milioni di dollari: è stato il record di vendita per un motore vintage l'anno scorso.



Sempre Bonhams ha battuto il whisky più costoso dell'anno: 795.000 dollari per una bottiglia di Yamazaki invecchiato 55 anni. Piazza di vendita? Hong Kong, sempre più avamposto del nuovo collezionismo asiatico.

oggetti più cari 2020
Fra gli orologi, colpisce sempre al cuore lo sguardo di ghiaccio di Paul Newman, che con il suo Rolex Daytona referenza 6263 ha racimolato cinque milioni e mezzo di euro nella blasonatissima vendita decembrina Racing Pulse di Phillips.

oggetti più cari 2020

Dalle parti dei divi, la borsetta Hermes Himalaya Niloticus Crocodile Retourné Kelly 25 ha conquistato lo scettro di borsetta più cara mai venduta in asta con i suoi 437.330 dollari Usa ad Hong Kong, a novembre (forse un regalo di Natale?).



Restando in oriente, a Singapore, online (thesaleroom.com) qualcuno si è portato a casa per 4,9 milioni di dollari Usa un antico vaso cinese del periodo Yongzheng (1722-1735). Record assoluto per la casa d'aste HotLotz e per la piattaforma.



Fra gli oggetti più cari del 2020 saranno ricordate anche le mitiche Nike Air Jordan del 1985 di Michael Jordan, da lui indossate in partita e autografate. Vendute per 560.000 dollari da Sotheby's.

oggetti più cari 2020

E per finire un tocco di poesia. A ottobre da Christie's Londra un collezionista si è aggiudicato il First Folio (Comedies, Histories, & Tragedies, 1623) di William Shakespeare per 10 milioni di dollari. Record d'asta assoluto per un'opera letteraria.



Un anno all'insegna della diversificazione, anche nell'ambito dei pleasure asset.
Caporedattore della sezione Pleasure Asset di We Wealth. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline economiche e sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia e mercati dell’arte. È in We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti