EVENTO « III° PRIVATE MARKET SUMMIT » Idee per capitali pazienti in un mondo che cambia EVENTO IN DIRETTA REGISTRATI

Buzzetti (Leonardo Assicurazioni): per differenziarsi servono competenza e sensibilità sociale | WeWealth

Buzzetti (Leonardo Assicurazioni): per differenziarsi servono competenza e sensibilità sociale

Tempo di lettura: 3'
Un modello virtuoso di consulenza, capace di coniugare il profitto con il benessere di clienti e dipendenti, rende Leonardo Assicurazioni un unicum nel panorama assicurativo italiano. Intervistato per i lettori di We Wealth, Gian Luca Buzzetti, fondatore e amministratore unico della società, ci racconta cosa rende speciale il Modello Leonardo

Fin dalla sua nascita, avvenuta a Milano 15 anni fa, Leonardo Assicurazioni ha voluto distinguersi come realtà unica nel panorama assicurativo italiano, un vero e proprio laboratorio dove sperimentare innovazioni nel modello di consulenza, ridisegnare le figure professionali grazie alla digitalizzazione ed esplorare nuove modalità di relazionarsi coi clienti. Oggi l’azienda, trasformatasi nel frattempo in Società Benefit, prosegue nel suo percorso di crescita, ricco di ambiziosi obiettivi e progetti innovativi. Per conoscerli abbiamo intervistato Gian Luca Buzzetti, fondatore e amministratore unico di Leonardo Assicurazioni.


Cosa caratterizza il modello operativo di Leonardo Assicurazioni e in cosa si differenzia rispetto ai suoi competitor?

Leonardo Assicurazioni è un vero e proprio unicum nel mondo della distribuzione assicurativa italiana, nato con l’obiettivo di garantire standard di eccellenza nell’ambito della consulenza. La sua offerta si caratterizza per un Ecosistema di Servizi pensato per soddisfare tutte le esigenze assicurative degli italiani, grazie alle competenze di altissima qualità degli oltre 400 professionisti presenti in azienda. Ciò che rende il Modello Leonardo un punto di riferimento nel panorama assicurativo italiano è che esso si sviluppa partendo dall’analisi dalle diversità di ogni individuo e del suo mondo, sulle cui specificità viene sviluppato un vero e proprio ecosistema di servizi che consente di personalizzare in modo esclusivo la consulenza e soddisfare così tutte le esigenze del cliente. Gli ingredienti essenziali di questo modello sono visione, formazione, innovazione e grande applicazione.

Siamo entrati da poco nella seconda parte del 2023: quali obiettivi vi siete posti per quest'anno? Quali sono quelli già raggiunti e quali ancora quelli da realizzare?

Il nostro principale obiettivo del 2023 è quello di creare e rafforzare la relazione con i nostri clienti e i nostri stakeholder ed è per questo che abbiamo voluto chiamare il nostro piano industriale “In Relazione”. Il piano poggia su cinque pilastri: pianificazione finanziaria, ridefinizione del ruolo professionale del consulente, valorizzazione delle persone, utilizzo dei dati e comunicazione strategica. Cosa significa tutto questo? Che abbiamo voluto portare al centro della nostra mission professionale l’attività di pianificazione finanziaria, che ci permette di valorizzare i sogni e gli obiettivi di vita delle persone. Affinché ciò sia possibile abbiamo voluto rafforzare la figura del consulente: i nostri professionisti, infatti, possono contare sui più moderni strumenti digitali e sull’utilizzo dei dati, che gli consentono, in maniera efficace e moderna di comunicare valori e contenuti aderenti all’attualità che stiamo vivendo. Come primo risultato abbiamo ottenuto un sano mal di testa, a dimostrazione che la strada intrapresa è quella giusta, come attestato dai primi risultati già palpabili e misurabili, in primis la soddisfazione delle persone coinvolte in questo processo.

Parliamo del vostro nuovo servizio di Consulenza Patrimoniale certificato: come è nata l'idea di inserirlo nell’offerta di Leonardo Assicurazioni e qual è il suo scopo? Quale è stato il riscontro da parte della clientela?

L’idea di inserire questo nuovo servizio, pienamente integrato nel nostro Ecosistema, è nata dalla necessità sempre più spesso palesata dai nostri clienti di ricevere una consulenza a 360°, alla quale abbiamo potuto rispondere grazie alla presenza nella nostra squadra di alcuni professionisti riconosciuti a livello nazionale e che ci ha già dato grande soddisfazione. La società in cui viviamo oggi, infatti, è rappresentata da una complessità strutturale, da esigenze, conosciute e non, che impattano in misura importante sul patrimonio delle persone. Solo attraverso un servizio di Consulenza Patrimoniale, supportato da un network di professionisti di diversi settori, possiamo garantire l’integrità e la trasmissione della ricchezza da una generazione all’altra. Siamo molto soddisfatti della risposta che i nostri clienti stanno avendo nei confronti della Consulenza Patrimoniale, che rappresenta uno dei servizi puri del nostro Ecosistema.

Leonardo Assicurazioni è una Società Benefit, una rarità per gli operatori del settore. Cosa comporta questo rispetto alla vostra operatività?

Ne siamo consapevoli e al contempo orgogliosi. Per Leonardo Assicurazioni, essere una società benefit significa dare il nostro contributo sociale facendo business in modo diverso, ponendo attenzione al benessere delle persone, alla loro diversità e al pianeta che abitiamo. È un impegno che ci motiva, ci sfida e che ci fa star meglio. Il nostro percorso benefit procede speditamente, grazie alla partecipazione attiva della nostra popolazione aziendale e al proficuo dialogo con la società, come testimoniano le molteplici iniziative ad essa rivolta con contenuti sempre più accattivanti. A tal proposto abbiamo recentemente ideato un nuovo concept legato agli spazi lavorativi, dove l’inclusione e il verde la fanno da padrone: nel maggio di quest’anno abbiamo inaugurato i primi 1000 mq dei nostri nuovi uffici a Milano, Oasi Leonardo. L’idea è quella di dare vita a un’oasi nel cemento di Porta Garibaldi che in un percorso aziendale ideale dialoga con la nostra sede, l’iconico Spazio Leonardo in Porta Nuova. Infine, un’ulteriore sorpresa. Stiamo pianificando un’evoluzione aziendale che ci consentirà di divenire una società B Corp, un’impresa che si impegna a misurare e considerare le proprie performance ambientali e sociali con la stessa attenzione tradizionalmente riservata ai risultati economici.

Leonardo Assicurazioni ha fatto dell’educazione finanziaria non solo dei clienti ma di tutti i cittadini una vera e propria mission. Quali iniziative avete intrapreso in tal senso?

Educare in ambito finanziario è un grande impegno che abbiamo voluto assumerci e al quale dedichiamo da anni il nostro servizio certificato di Educazione Finanziaria, erogato gratuitamente a tutti clienti e non. Siamo infatti convinti che contribuire socialmente al miglioramento conoscitivo degli aspetti finanziari sia una mission fondamentale. In tal senso quest’anno abbiamo lanciato una campagna di comunicazione divulgativa ad hoc, Dispenser, che consta in una mini serie di video condivisi sui nostri canali social, attraverso la quale abbiamo voluto diffondere alcune pillole di educazione finanziaria con il supporto e la partecipazione di diversi esperti sia interni che esterni a Leonardo Assicurazioni. Abbiamo poi organizzato e sponsorizzato una serie di eventi, anche in collaborazione con Feduf (Fondazione per l'Educazione Finanziaria e al Risparmio), destinati al mese dell’Educazione Finanziaria. Sempre in partnership con Feduf, in linea con le raccomandazioni dell’OCSE e con le recenti linee guida del Governo sull’importanza dell’alfabetizzazione finanziaria, stiamo inoltre lavorando anche per farci promotori sul territorio milanese di un’iniziativa formativa di forte impatto sociale rivolta alle scuole elementari e medie, considerate ambienti privilegiati per lo sviluppo di tali competenze e conoscenze.

Cosa vorresti fare?