I super yacht degli oligarchi russi fuggono alle Maldive

Teresa Scarale
Teresa Scarale
2.3.2022
Tempo di lettura: 2'
Per sfuggire alle sanzioni, sempre più ultra ricchi russi stanno fuggendo verso i paradisi tropicali dell'Oceano Indiano a bordo delle loro barche di lusso
L'Oceano Indiano sta diventando sempre più russo. Come mostrano le mappe satellitari, man mano che le sanzioni nei confronti del loro paese aumentano in seguito all'inasprirsi della guerra in Ucraina, gli oligarchi russi prendono la via del mare a bordo dei loro esclusivi super yacht. Mete privilegiate? Maldive e Seychelles.
Secondo quanto riporta Bloomberg News, i quattro maggiori yacht ultra lusso presenti ora nei mari delle Maldive in queste ore, sono russi. Il più lungo misura 140 metri e si chiama Ocean Victory. Appartiene a Victor Rashnikov, magnate dell'acciaio. Un 70 metri è invece collegato al tycoon dell'alluminio Oleg Deripaska. Dalle parti delle Seychelles risulta invece stazionare la barca (142 metri) di un altro magnate dell'acciaio, Alexei Mordashov (precedentemente fermo alle Maldive); in arrivo anche il super yacht (Sea Rhapsody) del banchiere Andrey Kostin, partito dalla Turchia il 18 febbraio 2022. Superyacht Group stima che la quota di super barche con bandiera russa si aggiri fra il 7% e il 10% del totale.

L'incremento della presenza degli uhnwi russi è direttamente correlato all'intensificarsi delle sanzioni anche personali che verranno implementate anche nei confronti degli asset privati degli oligarchi russi, come annunciato dal presidente Joe Biden nel suo discorso allo Stato dell'Unione.

Uno dei primi paesi a mettere in campo misure di contrasto verso gli ultra ricchi legati a Putin è stato il Portogallo, con la decisione di non emettere più o sospendere le golden Visa per i cittadini russi. Anche la Grecia, nella giornata di lunedì 28 febbraio 2022, si è uniformata alla sua decisione.
Caporedattore Pleasure Asset. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline Economiche e Sociali presso l'Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia, mercati dell'arte e del lusso. In We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti