Educazione finanziaria: uno “scudo” contro la violenza sulle donne

3 MIN

La violenza sulle donne si combatte anche con l’educazione finanziaria. Senza dimenticare che si tratta di uno “scudo” che può aiutarle a costruirsi un futuro previdenziale all’altezza delle loro aspettative. Raffaella Sommariva (Azimut Capital Management): “Non abbiate paura di rischiare, anche quando si parla di investimenti”

Sommariva (Azimut Capital Management): “La mancanza di indipendenza economica è strettamente legata alla violenza di genere”

Oggionni (Electa Ventures): “Fare rete è fondamentale per raggiungere obiettivi complessi. Non esiste leadership senza rispetto e non esiste rispetto senza etica”

L’emancipazione femminile passa anche attraverso la possibilità di amministrare liberamente il proprio denaro. Ma la violenza economica, numeri alla mano, colpisce in Italia quasi una donna su due (secondo una recente indagine condotta da We World e Ipsos). L’associazione Donne in rete contro la violenza – che gestisce 106 centri antiviolenza e più di 60 case rifugio sul territorio italiano – calcola che tre donne su dieci non sono titolari di un conto corrente bancario e quattro su dieci dipendono economicamente dal proprio partner. Ma esiste uno “scudo” che può tutelarle.

“Quando incontro clienti donne, anche con un’esperienza professionale di un certo livello, per parlare del loro futuro previdenziale, raramente sono sole”, racconta Raffaella Sommariva, gestore senior di Azimut Capital Management intervenuta nell’ambito di una tavola rotonda sull’unione tra finanza e impresa al femminile in occasione dell’evento Empower Her organizzato da Azimut Women 545, community delle consulenti finanziarie dell’Area 5 della rete. “Generalmente sono affiancate da un uomo, che sia il compagno o il marito. Non dico che non sia legittimo ma questo ce la dice lunga su come, nell’ambito della finanza, la disparità di genere sia enorme. In più, come sappiamo, le donne guadagnano molto meno degli uomini. Tutto questo è gravissimo, perché la mancanza di indipendenza economica è strettamente legata alla violenza di genere”.

LE OPPORTUNITÀ PER TE.
Quanto dovrebbe risparmiare una donna per la pensione per ottenere una rendita integrativa di 500 euro al mese?
Come investire a 25, 35 o 45 anni?
Gli advisor selezionati da We Wealth possono aiutarti a trovare le risposte che cerchi.
TROVA IL TUO ADVISOR

L’educazione finanziaria in quest’ottica può “salvare” le donne dalla violenza. E con essa, continua Sommariva, anche una pianificazione finanziaria volta a conseguire i propri obiettivi di vita, al di là della relazione con il proprio partner, diventa fondamentale. “Le nuove generazioni hanno una cultura già diversa rispetto alle generazioni precedenti”, interviene Francesca Failoni, founder di Alps Blockchain, società specializzata in ricerca e sviluppo in ambito blockchain. “Se penso a una ragazza che va a parlare del suo futuro previdenziale con un consulente, non immagino vada col marito o che discuta di un conto cointestato. Le nostre nonne non avevano la stessa consapevolezza finanziaria, per cui sono state molto più limitate nelle scelte”, dice Failoni. “L’educazione finanziaria è indispensabile”, ribadisce Sommariva, che si occupa tra l’altro per Azimut Capital Management di uno dei pochi fondi pensione in Italia gestito interamente al femminile. “Penso si debba insegnare le donne a sviluppare una cultura finanziaria e a non avere paura di rischiare, anche quando si parla di investimenti”, afferma l’esperta.

Senza dimenticare che, se c’è parità, il Pil cresce. “La parte che amo del mio lavoro è quando si riesce a far sì che la finanza, con la quale traghettiamo milioni di risparmi, diventi un valore diffuso per la collettività, donne e uomini. Il che crea business, italianità che viene preservata, imprese che acquisiscono competitor stranieri e preservano patrimonio industriale. Si crea un fortissimo circolo virtuoso”, secondo Angela Oggionni, partner di Electa Ventures. Che ricorda infine il valore del team. “Fare rete è fondamentale per raggiungere obiettivi complessi. Non esiste leadership senza rispetto e non esiste rispetto senza etica. Noi donne spesso ci dimentichiamo che l’arma migliore per ritagliarci il nostro spazio ce l’abbiamo già: le nostre competenze e la nostra intelligenza emotiva”.

Fai rendere di più la tua liquidità e il tuo patrimonio. Un’opportunità unica e utile ti aspetta gratuitamente.

Compila il form ed entra in contatto gratuitamente e senza impegno con l’advisor giusto per te grazie a YourAdvisor.

Articoli correlati