Lusso crescente da Christie's (in tre parole chiave)

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
11.3.2022
Tempo di lettura: 3'
Il report annuale della casa suggella la crescita del comparto, sempre più strategico anche rispetto all'arte. I fattori dell'espansione? Pochi e molto chiari
Christie's presenta il suo 2021 Annual Report e conferma la straordinaria performance del comparto del lusso attraverso i dipartimenti della casa d'aste, che hanno portato a registrare un fatturato in crescita del 153% rispetto al 2020, raggiungendo i 980 milioni di dollari (sui 7,1 miliardi di dollari totali, record degli ultimi 5 anni). La società controllata dalla famiglia Pinault chiude quindi un “2021 cruciale per la storia aziendale, non solo per i successi delle vendite, ma anche per gli importanti traguardi e progressi in aree strategiche per il mondo dell'arte e dei beni da collezione”, si legge nel resoconto annuale. Sono in particolare tre le parole chiave del comparto lusso che hanno permesso a Christie's di confermare il proprio posto nell'olimpo delle case d'asta internazionali: orologi, online e Asia. Vediamo perché.

Christie's, le 3 parole chiave per capire il successo del lusso nel 2021


Parola chiave n.1: orologi


Performance in crescita esponenziale anche per il dipartimento dedicato agli orologi, che nel 2021 ha registrato un incremento del fatturato del +136% fino a toccare il record di 237 milioni di dollari, continuano da Christie's. “Mentre tutte le aste di orologi (online, tradizionali e private) hanno rappresentato un successo, la vendita di novembre Only watchs a Ginevra ha portato a straordinari risultati per una causa benefica”. Con 800 partecipanti, i 32,1 milioni di dollari sono stati infatti devoluti all'Associazione monegasca contro la distrofia muscolare. Tra le altre aste da record, si segnala Watches online: the Dubai edit, che ha totalizzato 14,1 milioni di dollari, un record di Christie's per le vendite online di orologi. Il dipartimento ha anche avuto l'occasione di presentare lotti unici nel loro genere, tra cui il primo e unico Rolex deep sea special no.1, all'incanto per 2,2 milioni di dollari durante l'asta Rare watches di novembre 2021 a Ginevra.


Rolex Deep Sea Special No. 1, Movement no. 419251, circa 1953, $2,2 milioni.
Courtesy: Christie's.


 

Parola chiave n.2: online


Non una categoria, ma una modalità di vendita che da ripiego durante la pandemia sta diventando una vera e propria prerogativa delle case d'asta. Con 47 vendite virtuali (il 442% del totale) contro 30 fisiche organizzate dal comparto lusso di Christie's, “la fiducia nelle aste di lusso online è cresciuta rapidamente, grazie agli investimenti nelle tecnologie digitali effettuati negli ultimi due anni” continuano dalla società. A riprova del successo è il valore medio dei lotti offerti, triplicato rispetto al 2019, che ha dimostrato l'interesse dei clienti nell'abbracciare modalità di vendite ibride (con visione fisica, ma bidding online). Così “le assunzioni rispetto all'età, il background o gli interessi sono state rimpiazzate da una dinamica intersezione delle passioni: il collezionista che ricerca lo stile di Kanye West scopre una Kelly di Hèrmes dal design unico, e viceversa”.


Himalaya Niloticus Crocodile Diamond Retourné Kelly 28,
bianco opaco con hardware in oro bianco 18k e diamanti,
Hermès, HK$4 milioni. Courtesy: Christie's.


 

Parola chiave n.3: Asia


Il diamante Sakura, venduto per 226 milioni di dollari di Hong Kong a maggio. Il record mondiale per una borsa all'asta, la Hermès Himalaya Diamond Kelly 28 (4 milioni di dollari di HK). 14 record per gli orologi Patek Philippe durante l'anno. 100% di venduto nelle due aste di novembre a Hong Kong dedicate vini. Sono questi alcuni dei risultati del comparto del lusso di Christie's nel 2021 per la regione asiatica, che “provano che il mercato del lusso in tale zona si sta rapidamente riprendendo, riflettendo una forte domanda per oggetti di alta gamma tra le diverse categorie del settore”. A dimostrarlo è anche il fatto che ben 37% dei nuovi clienti della casa d'aste durante l'ultimo anno proviene proprio dall'Asia.


Diamante Sakura, 15.81 carati fancy vivid purple pink,
internally flawless, $29,3 milioni. Courtesy: Christie's.




Immagine di copertina: Diamante Sakura, 15.81 carati fancy vivid purple pink, internally flawless, $29,3 milioni. Courtesy: Christie's.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti