Assicurazioni e Covid, crescita premi +92,4% in Cina

Teresa Scarale
Teresa Scarale
30.4.2020
Tempo di lettura: 2'
La Cina ha visto raddoppiare (e in alcuni casi più che raddoppiare) la sottoscrizione di assicurazioni durante lo scoppio dell'epidemia Covid
Le cinque maggiori compagnie assicurative di Cina possono brindare il ritorno alla normalità. Da febbraio a marzo, l'aumento medio dei premi è stato del 92,4%. Compagnie come China Life Insurance hanno addirittura registrato un incremento del 131,3% da un mese all'altro.
L'impennata della domanda dei servizi assicurativi nel primo trimestre 2020 ha portato a un aumento dei ricavi dell'8,2% per China Life Insurance (47,7 miliardi di dollari) rispetto all'analogo periodo dell'anno scorso. I dati sono di International Investment. People's Insurance Company Group of China (PICC) dal canto suo ha annunciato che i suoi ricavi sono aumentati del 115,48%. Considerando insieme le prime cinque società assicurative del paese, nel primo trimestre i ricavi sono aumentati del 4,07% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Secondo Zhu Junsheng, del centro per la ricerca e lo sviluppo del Consiglio di Stato, i risultati non solo si devono all'allentamento delle misure emergenziali e all'uscita dal picco della crisi, ma anche alla forte spinta dei servizi online da parte delle compagnie assicurative.

A inizio aprile, la commissione per i regolamenti bancari e assicurativi della Cina ha rilasciato nuove regole per il settore. L'amministrazione cinese vuole incrementare lo sviluppo di piani assicurativi sanitari per il medio-lungo termine. Le nuove regole specificano che le compagnie potranno elaborare prodotti di lungo termine flessibili “sotto determinate condizioni”. La commissione cerca poi di specificare che queste società potranno investire in fondi di asset management.
caporedattore

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti