Fotografia, la scossa degli nft: è record in asta

Tempo di lettura: 5'
La fotografia milionaria ha il volto degli nft. Un'opera dell'artista Justin Aversano ha infatti tagliato il traguardo dei sei zeri nelle recenti vendite all'incanto autunnali dedicate alla settima arte. Delle tre case d'asta internazionali più importanti nel settore, una se ne conferma leader. E in Italia, cosa accade? Ce lo racconta il nostro contributor Alessandro Montinari
L'opera nft dal titolo “Twin Flames #83” realizzata da Justin Aversano è stata battuta da Christie's per 1.110.000 dollari lo scorso 6 ottobre nell'asta di fotografia di New York. Per la casa inglese si è trattato del primo nft di un'opera fotografica inserito in un catalogo di fotografia. L'opera partiva da una stima iniziale di 100.000 – 150.000 USD. Il non fungibile token è stato accompagnato anche dall'opera fisica “Twin Flames Physical Collection” costituita da 100 stampe cromogene, in esemplare unico, ciascuna 40,7 x 50,9 cm in tre formati di pellicola Polaroid, 120 mm e 4x5. La collezione è stata realizzata tra il 2017 e il 2018. Si tratta di un lavoro complessivo dedicato al tema dei gemelli e incentrato sulla magia e causalità della biologia in queste nascite multiple.
fotografia asta nft record Christe's TTwin Flames
Justin Aversano, “Twin Flames #83”: la fotografia il cui nft è stato venduto a un prezzo record in asta. Courtesy Christie's

Il lavoro nel suo insieme è dedicato al fratello gemello dell'artista. Justin Aversano è un giovane artista e curatore americano che lavora tra Los Angeles e New York City. E'co-fondatore e direttore creativo di SaveArtSpace, un'organizzazione no-profit dedicata a portare l'arte della comunità negli spazi pubblici. Un altro nft di fotografia dello stesso artista è stato in precedenza battuto per 35.000 dollari nell'asta di Sotheby's del 10 giugno scorso sempre a New York. Anche in quel caso si trattava di un'opera fotografica appartenente al progetto “Twin Flames” e in particolare l'esemplare “#49 Alyson Aliano”, realizzata nel 2021.

Tornando all'asta autunnale di Christie's da cui siamo partiti, nel complesso è stato realizzato un venduto per 4.776.125 dollari per quasi 160 lotti in catalogo. In vendita alcuni dei maestri del XX secolo accanto a artisti contemporanei. Tra le aggiudicazioni più importanti segnaliamo l'iconico lavoro di Ansel Adams “Moonrise, Hernandez, New Mexico, 1941” battuto per 930.000 USD (stima 500.000 – 700.000 USD).


Courtesy Christie's

Opera stampata alla fine degli anni '60 e tornata in asta dopo il passaggio precedente avvenuto nel 1996. L'opera “Child with a toy hand grenade in Central Park N.Y.” di Diane Arbus aggiudicata per 625.000 USD (stima 500.000 – 700.000 USD). Diversi i lotti di Robert Frank presenti in catalogo. Tra questi “Parade – Hoboken, New Jersey, 1955” e “U.S. 90, En Route to Del Rio, Texas, 1955” sono stati rispettivamente battuti per 118.750 USD (stima 100.000 – 150.000 USD) e 125.000 USD (100.000 – 150.000 USD) mentre l'opera “Charleston, South Carolina, 1955” è stata aggiudicata per 150.000 USD (stima 70.000 – 90.000 USD). Tra gli artisti contemporanei vanno citati Adam Fuss con un'opera senza titolo del 1988 battuta per 60.000 USD (stima 30.000 – 50.000 USD), Hiroshi Sugimoto con l'opera “Lightning fields 226, 2009” aggiudicata per 40.000 USD (stima 40.000 – 60.000 USD) e Candida Hofer con l'opera “Deutsche Bibliotek Francoforte sul Meno, III 1997” battuta per 6.875 USD (stima 5.000 – 7.000 USD).

Nan Goldin nella tornata delle vendite 2021 nft asta record fotografia
Nan Goldin, courtesy Phillips

I maestri americani del ventesimo secolo hanno guidato l'asta di Phillips del 7 ottobre sempre a New York che ha realizzato un venduto di 5.612.292 USD con un catalogo di 206 lotti. Ansel Adams con “The Tetons e il fiume Snake, Grand Teton National Park, Wyoming, 1942” ha registrato l'aggiudicazione più alta a 289.800 USD (stima 100.000 – 150.000 USD). A seguire Peter Beard con il lavoro “Prometheus figure with vultures feeding . . . Bacon Studio @ 7 Reece Mews, London SW7, 1976” battuto per 207.900 USD (stima 120.000 – 180.000 USD) e Robert Frank con l'operaU.S. 285, New Mexico, 1956” che ha realizzato 201.600 USD (stima 80.000 – 120.000 USD). I collezionisti si sono sfidati anche per importanti opere della scuola di Düsseldorf, con “Water Towers” di Bernd e Hilla Becher che ha ottenuto 138.600 USD contro la sua stima di 50.000 - 70.000 USD e “Sterne” di Thomas Ruff che ha realizzato 113.400 USD (stima 50.000 – 70.000 USD). Tutte oltre le stime iniziali le altre opere presenti tra le prime dieci per valore di aggiudicazione. Tra queste troviamo, “Three Flags, after Jasper Johns from Pictures of Magazines 2, 2014” di Vik Muniz battuta per 163.800 USD (stima 50.000 – 70.000 USD) e “David Wojnarowicz Reclining (II), 1981” di Peter Hujar aggiudicata a 157.500 USD (stima 40.000 – 60.000 USD).
La quinta asta annuale di fotografia di Sotheby's è terminata il 5 ottobre anche in questo caso a New York. L'asta ha realizzato un venduto per 833.868 USD con un catalogo di soli 88 lotti dedicato alla fotografia contemporanea. Sul podio delle aggiudicazioni per valore troviamo il lavoro “Water Towers” di Bern and Hilla Becher battuto per 119.700 USD (stima 100.000 – 150.000 USD), a seguire “Untitled #116” di Cindy Sherman aggiudicata per 88.200 USD (stima 60.000 – 80.000 USD) e “Downpour” di Wolfgan Tillmans passato di mano per 56.700 USD (stima 50.000 – 70.000 USD).

Intanto in Italia, l'asta di Finarte dell'8 ottobre ha realizzato un venduto per 346.760 euro con un catalogo di 221 opere. Fatturato in calo rispetto alla precedente asta del 17 marzo che aveva registrato il record per un'asta italiana di fotografia con 430 mila euro di venduto. Tra le opere di artisti internazionali in catalogo troviamo Diane Arbus con “Patriotic Young Man with a Flag N.Y.C. 1997” battuta per 21.339 euro  (stima 20.000 – 25.000 euro) edizione 36 di 75, Richard Mosse “Madonna and Child, 2012” battuta per 10.139 euro (stima 7.000 – 9.000 euro) edizione 3 di 5, Candida Hofer con “Teatro Colon” Buenos Aires 2006/2008” battuto per 4.595 euro (stima 3.500 – 5.000 euro) edizione 16 di 40, Robert Mapplethorpe con “Charles Edward Bowman, MYC, 1980” aggiudicato per 7.619 euro (stima 3.500 – 4.500 euro) edizione 19 di 25, Shoij Ueda con “Dune”, 1986” battuta per 6.989 euro (stima 4.500 – 5.500 euro), Hiroshi Sugimoto con “Regency San Francisco, 1992” battuta per 9.509 euro (stima 2.600 – 3.200 euro) e David Lachapelle con “Nativity 2012”venduto per 4.595 euro (stima 3.500 – 4.500 euro). Tra gli italiani in catalogo bene Paolo Ventura con “Winter Stories #60, 2007” battuta per 10.139 euro (stima 5.000 – 7.000 euro) edizione 4 di 5, Andrea Galvani con “La morte di un'immagine #9, 2006” venduta a 9.131 euro (stima 5.000 – 8.000 euro) edizione prova di artista 2 di 2 e Silvia Camporesi con “Mulino Stucky, Venezia, 2011” venduta per 5.603 euro (stima 2.500 – 3.500 euro). Conferme per i lavori di Mario Giacomelli, Luigi Ghirri, Franco Fontana, Ferdinando Scianna, Mimmo Jodice, Ugo Mulas e Gabriele Basilico alcune delle quali in edizioni non limitate.

alessandro@we-wealth.com
Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo. WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.
Specializzato in diritto tributario presso la Business School de Il Sole 24 ore e poi in diritto e fiscalità dell’arte, dal 2004 è iscritto all’Albo degli Avvocati di Milano ed è abilitato alla difesa in Corte di Cassazione. La sua attività si incentra prevalentemente sulla consulenza giuridica e fiscale applicata all’impiego del capitale, agli investimenti e al business. E’ partner di Cavalluzzo Rizzi Caldart, studio boutique del centro di Milano. Dal 2019 collabora con We Wealth su temi legati ai beni da collezione e investimento.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti