Sneaker e streetwear, debutta il dipartimento di Christie’s

Teresa Scarale
Teresa Scarale
23.11.2022
Tempo di lettura: 2'
Leggende dello sport e dello stile pop uniti in un catalogo che celebra il lusso del nuovo millennio. Quello fatto nelle strade delle metropoli. La casa d’aste presenta la vendita inaugurale del nuovo dipartimento Sneakers, Streetwear and Collectibles all’interno della Luxury Week di New York

Si prendano Vuitton, Virgil Abloh, Nike, Serena Williams, Kobe Bryant, Michael Jordan. Si shakeri. Ciò che viene fuori è The Greats, l’asta (29 novembre – 6 dicembre, online) che inaugura il nuovo dipartimento di Christie’s (Sneakers, Streetwear and Collectibles) dedicato al collezionismo del XXI secolo, quello che sublima il pop, rendendolo nuova meta del lusso.

La selezione curata di sneaker e cimeli sportivi indossati e firmati da alcune delle più grandi icone della storia dello sport, include oggetti di leggende dello sport come Serena Williams, Kobe Bryant, Henrik Lundqvist e Michael Jordan. L'asta presenta anche creazioni di designer come Virgil Abloh e Tinker Hatfield, oltre a marchi di streetwear come Supreme e Louis Vuitton.

 


Christie's Sneakers, Streetwear and Collectibles: Serena Williams

L’asta, approntata dalla responsabile del dipartimento Caitlin Donovan, evidenzia l'intersezione tra arte, design e storia dello sport. Tutti quegli elementi che “hanno guidato una nuova ondata di collezionismo contemporaneo”, commenta la stessa Donovan. Così, saranno offerte per esempio scarpe come le Nike x Off-White create dal prematuramente scomparso Virgil Abloh, in esclusiva per Serena Williams: Serena Williams Player Exclusive Game-Worn Dual Signed Off-White Nike Court Flare 2 Sneakers (stima: 17.000-20.000 dollari). Oppure le Serena Williams Player Exclusive Game-Worn Off-White Nike Court Flare 2 Sneakers & Signed Serena Williams Tennis Ball (stima: 10.000-15.000 dollari). Le scritte "SERENA" e "QUEEN" sono impresse sul lato e sul retro delle scarpe.

 


Le Nike Air di Michael Jordan

Tra gli altri pezzi forti della vendita ci sono anche le mitiche Air Jordan 1 Chicago originali del 1985 indossate in partita da Michael Jordan (stima: 200.000-300.000 dollari) e un paio di Air Jordan 1 Chicago originali con doppia firma (stima: 100.000-150.000 dollari). Sono i lotti che hanno segnato la nascita del mercato delle scarpe da ginnastica da collezione. È dalla originaria collaborazione tra Jordan e Nike che tutto ebbe inizio; è la leggenda del basket che detiene il record di sneaker più care della storia, battute da Sotheby’s lo scorso anno (ottobre 2021).

 


Pattini artistici

In catalogo anche il paio di pattini indossati dal portiere svedese Henrik Lundqvist, (oro e argento alle Olimpiadi) nella sua ultima partita come Ranger. Si tratta di un lotto particolare: sono stati trasformati in opere d'arte dall'artista Don Blanton, che li ha rivestiti di rame cromato e nichel, impreziosendoli con cristalli Swarovski. La stima è di 50.000-70.000 dollari. Il ricavato della vendita sarà devoluto alla Fondazione Henrik Lundqvist, attiva dal 2014 nel fornire istruzione a bambini bisognosi individuati da diverse organizzazioni negli Stati Uniti, in Svezia e nella Repubblica Dominicana.


 

È a grazie al notevole seguito ottenuto negli ultimi anni da queste nuove categorie di collezionabili che le case d’asta hanno deciso di dedicarvi una attenzione sempre più strutturata. Secondo Jacob Foster, junior specialist di Christie’s, in tal modo i collezionisti “non solo possono acquisire qualcosa di quotidiano, da tenere in casa, ma anche puntare su un asset alternativo”.


Coco Chanel in versione giocattolo



La casacca di Kobe Bryant

Caporedattore Pleasure Asset. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline Economiche e Sociali presso l'Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia, mercati dell'arte e del lusso. In We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti