Orologi e vino al top degli asset di lusso. Whisky record

Teresa Scarale
Teresa Scarale
8.3.2022
Tempo di lettura: '
Segnatempo e vini di fascia altissima guidano le performance dei pleasure asset nell'ultimo anno. I rendimenti nel Wealth Report 2022 di Knight Frank
Rendimenti mai così elevati dal 2018: il primato appartiene a orologi di lusso e vino di alta gamma, pleasure asset sovrani nelle performance di tutti i beni da collezione nel 2021. Lo sanciscono i sotto-indici del Knight Frank Luxury Investment Index (KFLII, pubblicato nel Wealth Report 2022). Guardando alle aste pubbliche, i rendimenti delle due asset class sono cresciuti del 16% a 12 mesi. Se si allunga lo sguardo ai 120 mesi (dieci anni), il rendimento atteso è del 137% per il vino e del 108% per gli orologi.
Il mercato del vino in generale ha performato bene, crescendo dell'1% al mese. Lo champagne ha reso il 31% (acquistato soprattutto in Usa e UK), il Burgundy il 25% (domanda proveniente dall'Asia principalmente). Le bollicine francesi non performavano così bene dal 2008. A influire sulla richiesta anche le preoccupazioni sull'interruzione delle catene di approvvigionamento (dovute anche al clima sempre più violento). Soprattutto però, chi ha acquistato vino di lusso lo ha fatto per scudarsi contro l'inflazione.

Gli orologi si sono imposti più che mai come asset class autonoma. Le vendite di segnatempo di ultra lusso sono cresciute del 54% rispetto al 2020 (che pure era stata un'ottima annata, da questo punto di vista). I ricavi d'asta sono stati superiori a 550 milioni di dollari. La piazza d'aste più dinamica è stata Hong Kong, ma Ginevra e New York tengono banco. Per tutte, le vendite sono state un successo (Phillips in particolare ha registrato il tutto esaurito in ogni sessione). Nel cuore e nel portafoglio dei collezionisti si fanno sempre più spazio marchi indipendenti come George Daniels, Roger Smith, Christian Klings e Philippe Dufour. Ma l'appetito per i Rolex Daytona, Explorer e Submariner resta «insaziabile», scrive il report.


Una bottiglia in edizione limitata del Whisky Macallan

Performance che collocano le opere d'arte sul gradino più basso del podio (+13% a un anno e 75% a dieci). Rendono il 9% a 12 mesi monete e whisky. Per quanto riguarda lo Scotch, le bottiglie da almeno 6.500 dollari hanno sottoperformato il mercato in generale. Se però si estende l'orizzonte a dieci anni, il KFLII mostra che le monete fanno guadagnare il 64%. Nello stesso arco temporale, è impressionante il rendimento del whisky: +428%. Calano invece le borsette di lusso, star dello scorso anno: una Hermès o simile in un anno si apprezza solo del 7%; a dieci anni, del 78%.

Orologi e vino al top degli asset di lusso. Whisky record
Interessante notare la divaricazione di rendimento nell'asset class delle auto vintage: +3% a un anno e +164% a dieci. Stando nell'anno, hanno performato (indice HAGI Top) meglio di tutte le Lamborghini (+15%), seguite da Porsche (+8%) e Ferrari (+6%). L'auto più costosa dell'anno in asta è stata la McLaren F1 del 1995: qualcuno se l'è aggiudicata per oltre 20 milioni di dollari nell'agosto 2021 nell'asta Gooding & Company a Monterey.

diamanti rosa esaurimento
Diamante rosa

Chiudono la classifica gioielli, diamanti colorati e mobili (il report non specifica se si tratta di design o antiquariato). Per quanto riguarda i diamanti colorati bisogna però osservare che le quotazioni d'asta non riflettono l'andamento generale del mercato. Il Knight Frank Wealth Report rivela che i fancy diamonds venduti in asta sono quelli la cui qualità non è sufficientemente elevata per il mercato, che invece sta vivendo un vero e proprio rally per quanto riguarda i diamanti colorati naturali, in tutte le categorie. In decisa salita i prezzi dei diamanti rosa, a causa della scarsità di offerta soprattutto nei tagli fra uno e tre carati. Anche il segmento dei diamanti gialli sta vivendo un aumento di valore, specialmente nella forbice cinque-dieci carati.


Un diamante fancy giallo intenso di taglio briolette

In generale gli investimenti in asset di lusso sono cresciuti nel 2021 del 9%, valore ricavato dal monitoraggio di dieci classi di beni da collezione (vino, orologi, arte, monete, whisky rari, borsette, auto d'epoca, gioielli, diamanti colorati, mobilia).
Caporedattore Pleasure Asset. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline Economiche e Sociali presso l'Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia, mercati dell'arte e del lusso. In We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti