EVENTO « III° PRIVATE MARKET SUMMIT » Idee per capitali pazienti in un mondo che cambia EVENTO IN DIRETTA REGISTRATI

Trasferirsi a New York: come ottenere la green card investendo | WeWealth

Trasferirsi a New York: come ottenere la green card investendo

Rita Annunziata
28.4.2023
Tempo di lettura: 3'
Per gli investitori che desiderano trasferirsi a New York e ottenere la green card esiste un percorso privilegiato. Si tratta del programma governativo EB-5, nato nel 1990 per stimolare l’economia a stelle e strisce. Ecco chi può accedervi

Nell’ambito del programma governativo EB-5, è possibile ottenere lo status di residente permanente purché si effettui un investimento in un’impresa commerciale negli Stati Uniti e pianifichi la creazione di 10 posti di lavoro a tempo pieno

L’investimento minimo ammissibile è di un milione di dollari; se però si tratta di un’area rurale o con un elevato tasso di disoccupazione (pari ad almeno il 150% del tasso medio nazionale), tale soglia scivola a 500mila dollari

Il sogno americano continua a catturare (anche) i grandi patrimoni. Secondo l’ultima edizione del World’s wealthiest cities report 2023 di Henley & Partners, New York guadagna la vetta della classifica sulle città più “ricche” di super-ricchi al mondo. La Grande mela ospita 340mila individui con un patrimonio superiore al milione di dollari, un dato in crescita del 40% dal 2012. Per gli investitori che desiderano trasferirsi a New York e ottenere l’American green card, la carta di residenza permanente negli Stati Uniti, esiste infatti un percorso privilegiato. Si tratta del programma governativo “Us immigrant investor” (EB-5), nato nel 1990 per stimolare l’economia a stelle e strisce attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro e l’arrivo di nuovi capitali. Ecco a chi si rivolge e come funziona.


Usa: come funziona il programma di immigrazione EB-5

Nell’ambito del programma di immigrazione EB-5, amministrato dall’U.S. citizenship and immigration services, gli imprenditori possono ottenere lo status di residente permanente purché:

  • effettuino un investimento in un’impresa commerciale negli Stati Uniti;
  • pianifichino la creazione di 10 posti di lavoro a tempo pieno per dipendenti statunitensi qualificati.

Entrando nel dettaglio, l’impresa investita deve essere stata istituita dopo il 29 novembre 1990. Nel caso in cui sia stata istituita in un momento antecedente a questa data, dev’essere stata: acquistata, ristrutturata e riorganizzata in modo che risulti una nuova impresa commerciale; o espansa in modo da generare un aumento del 40% del patrimonio netto o del numero di dipendenti.


L’investimento minimo ammissibile

Quanto alla portata dell’investimento, dipende dalla tipologia di area occupazionale. In generale, l’investimento minimo ammissibile è di un milione di dollari; se però si tratta di un’area rurale o con un elevato tasso di disoccupazione (pari ad almeno il 150% del tasso medio nazionale), tale soglia scivola a 500mila dollari. In merito alla creazione di nuovi posti di lavoro, si fa invece riferimento a “dipendenti qualificati” ovvero cittadini statunitensi, residenti permanenti o immigrati autorizzati a lavorare negli Usa, come residenti condizionati, residenti temporanei, individui cui è stato concesso asilo o rifugiati. Per “lavoro a tempo pieno” si intende un minimo di 35 ore lavorative settimanali. 


LE OPPORTUNITÀ PER TE. Quali sono le differenze nelle strategie d'investimento tra Europa e Stati Uniti? Su quali settori puntare oggi? Gli esperti selezionati da We Wealth possono aiutarti a trovare le risposte che cerchi. RICHIEDI LA TUA CONSULENZA GRATUITA


I vantaggi per gli investitori esteri

I vantaggi per chi desidera trasferirsi e investire a New York (come nel resto degli Stati Uniti) includono la possibilità di estendere il visto a coniugi e figli non sposati con un’età inferiore ai 21 anni. Inoltre, non sono necessarie conoscenze linguistiche o esperienze lavorative specifiche e sono previsti requisiti flessibili in termini di presenza fisica sul territorio. I fondi devono tuttavia rimanere investiti fino alla concessione dello status di residente permanente (circa cinque anni). I richiedenti, infatti, riceveranno una green card condizionata per un periodo di due anni. Per ottenere poi la cittadinanza, dovranno aver vissuto ininterrottamente negli Stati Uniti per almeno cinque anni; inoltre dovranno dimostrare di essere in grado di leggere, scrivere e parlare l’inglese di base e superare un esame di educazione civica.


Come presentare la domanda

Gli interessati possono presentare la domanda all’U.S. citizenship and immigration services allegando, oltre alla consueta documentazione personale, anche le ricevute dei dovuti contributi versati, rapporti medici, registri di vaccinazione ed eventuali atti giudiziari in possesso del richiedente. La richiesta viene generalmente evasa entro circa 30-36 mesi. La conversione della green card condizionata in green card regolare avviene invece due anni dopo. I coniugi degli investitori e i figli non sposati con un’età inferiore ai 21 anni possono a loro volta richiedere la green card presentando la stessa documentazione necessaria, ma non saranno tenuti a versare ulteriori contributi.



Vuoi scoprire come funzionano i programmi dedicati a chi desidera trasferirsi a Londra o a Singapore? E quelli per chi investe in Italia? Lo approfondiremo in tre nuovi articoli che pubblicheremo tra il 2 e il 4 maggio sul nostro sito.

New York
Giornalista professionista, è laureata in Politiche europee e internazionali. Precedentemente redattrice televisiva per Class Editori e ricercatrice per il Centro di Ricerca “Res Incorrupta” dell’Università Suor Orsola Benincasa. Si occupa di finanza al femminile, sostenibilità e imprese.

Cosa vorresti fare?