Board più inclusivo, azienda più performante? Uno studio dice di sì

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
6.5.2022
Tempo di lettura: 3'
Impegnarsi per un mondo che cambia significa (anche) votare contro. Ad esempio, contro la nomina di rappresentanti di genere maschile in quei consigli di amministrazione al cui interno è ancora limitata la presenza di donne. Ne parla BNP Paribas Asset Management in una conferenza dedicata
La diversità è una delle fonti di sovraperformance finanziarie e di creazione sostenibile di valore, anche in riferimento alla composizione dei consigli di amministrazione (cda). Sin dal 2009, uno studio della Harvard T.H. Chan School of public health, che classificava le società dell'indice Fortune-500 per il numero di donne presenti nel board, evidenziava come il quartile più elevato riportasse nei propri bilanci un margine di profitto operativo e un ritorno del capitale proprio superiori alla media del 42% e del 53% rispettivamente. Tuttavia, secondo il BoardEx Global gender balance report, nel 2020 la partecipazione femminile nei cda era ancora lontana dalla parità anche nei paesi più attenti come la Francia, dove le donne contavano per il 42% del totale. “L'industria degli investimenti è rimasta indietro rispetto ad altri settori dei servizi in quanto a diversità di genere” affermano gli esperti di BNP Paribas Asset Management. “In quando investitori, dobbiamo attuare il compito affidatoci dai nostri clienti per promuovere le migliori pratiche di governance e per agire più responsabilmente”. Un esempio concreto, in tal senso? Votare a sfavore.

All'importanza dell'inclusione e dell'equità della crescita economica sarà dedicata la conferenza dal titolo “Sostenibilità e inclusività: fare la differenza per un mondo che cambia” che si terrà mercoledì 11 maggio, ore 10:45, in occasione del Salone del Risparmio e che sarà visibile anche in streaming.

 

Impegnarsi per il cambiamento è anche votare contro


Come BNPP AM, stiamo incrementando significativamente il nostro impegno per favorire la diversità nelle aziende. Ad esempio, abbiamo richiesto alle società in cui investiamo in Europa e in Nord America di raggiungere l'obiettivo del 30% di donne all'interno dei board” spiegano gli esperti. “Se questi criteri non verranno soddisfatti, voteremo contro la nomina di qualsiasi dirigente di genere maschile. Nel 2021, ad esempio, abbiamo votato a sfavore o ci siamo astenuti in circa il 33% di questi casi, contro una media di settore intorno al 10%”.

Diversità e inclusività, aspetti chiave della sostenibilità


In un contesto di crescita e ripresa, l'inclusione e l'equità rappresentano temi centrali non solo a livello etico, ma anche sul piano macro e microeconomico. Alla rilevanza del fattore sociale nelle decisioni di investimento sarà dedicata la conferenza promossa da BNPP AM in occasione dell'edizione 2022 del Salone del Risparmio, in programma per l'11 maggio alle 10:45. Durante l'evento, che sarà anche trasmesso in streaming, interverranno Alessia Vassallo, Associate partner di McKinsey & Company, Michele Riccardi, Direttore risorse umane e Csr di Edenred Italia, e Ramon Esteruelas, Senior investment specialist Sri and thematic funds di BNPP AM.

 

 

SPECIALE EVENTO
Partecipa alla conferenza di BNPP AM
Mercoledì 11 maggio 2022 – ore 10:45
Anche in streaming
Clicca qui per iscriverti
(evento riservato esclusivamente
a investitori professionali.
I posti sono limitati)

La redazione vi consiglia altri articoli

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti