Codice Sassoon, la Bibbia da 50 milioni di dollari

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
23.2.2023
Tempo di lettura: 3'
Più del Codice Da Vinci, più della Costituzione degli Stati Uniti. Il Codice Sassoon potrebbe presto diventare il manoscritto più costoso della storia

A maggio, uno dei testi più antichi e completi, il Codice Sassoon, sarà venduto all'asta da Sotheby's per un valore compreso tra i 30 e i 50 milioni di dollari. Raggiungere la soglia massima di questa stima lo renderebbe il documento storico di maggior valore mai venduto all'asta, superando il Codice Da Vinci, acquistato da Bill Gates nel 1994 per 30,8 milioni di dollari, e una prima stampa della Costituzione degli Stati Uniti acquistata da Ken Griffin per 43,2 milioni di euro.

Anche il Codex Sassoon vanta una storia avvincente. Copiato da uno scriba da qualche parte nel Levante alla fine del IX o all'inizio del X secolo, fu conservato in una sinagoga nell'attuale Siria fino alla distruzione del sito nel XIV secolo. La Bibbia scomparve quindi per 600 anni. Quando riapparve a Francoforte nel 1929, fu acquistata dal bibliofilo David Solomon Sassoon per 350 sterline (circa 65.000 dollari di oggi), da cui il testo prende il nome. Sassoon affermò che risaliva al X secolo, il che l'avrebbe resa una delle più antiche Bibbie complete, e la recente datazione al carbonio effettuata dal venditore, Jacqui Safra, conferma la stima.


"Ora che il Codice è stato definitivamente datato come il più antico e completo testo del suo genere, rappresenta un collegamento critico tra l'antica tradizione orale ebraica e quella moderna", ha dichiarato in un comunicato Richard Austin, responsabile globale di Sotheby's per i libri e i manoscritti. Il Codice Sassoon comprende 24 libri divisi in tre parti e, a differenza dei rotoli della Torah, include punti vocali e segni di accento che servono a indicare la pronuncia ebraica e il flusso delle frasi. La presenza di annotazioni, commenti e registri di proprietà rende il testo prezioso per lo studio dei legami tra le tradizioni orali ebraiche e la moderna Bibbia ebraica. Nel contesto del IX secolo, il testo biblico era un'impresa costosa che richiedeva oltre 100 pelli di animali, 400 fogli di pergamena e innumerevoli ore di lavoro, mentre uno scriba esperto copiava ad arte tutta la Bibbia ebraica.


La Bibbia è stata esposta al pubblico solo una volta, al British Museum di Londra nel 1982, ma prima di essere messa all'asta da Sotheby's in tarda primavera sarà esposta a Tel Aviv, Dallas, Los Angeles e New York.

Laureato in Finanza e mercati Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano, nella redazione di We Wealth scrive di mercati, con un occhio anche ai private market. Si occupa anche di pleasure asset, in particolare di orologi, vini e moto d’epoca.

Cosa vorresti fare?