Ecco le 25 top company con le migliori prospettive di carriera

Rita Annunziata
28.4.2021
Tempo di lettura: 3'
Sebbene non siano state risparmiate dallo shock pandemico, alcune imprese italiane hanno continuato a pianificare nuovi ingressi e a investire nella formazione. Ma non solo. Ecco la lista delle 25 top company che offrono oggi le migliori prospettive di carriera ai propri dipendenti. In testa Intesa Sanpaolo

Tra i settori più rappresentati spicca quello bancario e assicurativo, ma anche manifatturiero, energia, It, farmaceutica e consulenza

Circa il 50% delle imprese è di origine italiana o a partecipazione italiana, a partire da Intesa Sanpaolo e Generali

Nonostante non siano rimaste immuni dagli effetti dirompenti dell'emergenza pandemica, alcune imprese italiane hanno continuato a pianificare nuovi ingressi, a investire in programmi di formazione e a credere nel valore delle competenze. Specialmente quelle attive nel settore bancario e assicurativo, nel manifatturiero, ma anche nella consulenza. La nuova edizione annuale della classifica Top companies di LinkedIn Notizie, che per la prima volta coinvolge anche la Penisola, rivela quali sono le 25 aziende che offrono oggi le migliori prospettive di carriera. E quali le skill più ricercate. Con un occhio sempre più rivolto al digitale.
Al debutto, oltre alle imprese tricolori, anche una nuova metodologia. Sotto la lente d'ingrandimento sette elementi fondamentali, driver della crescita professionale: le capacità di avanzamento, l'aumento delle competenze, la stabilità dell'azienda, le opportunità esterne, l'affinità aziendale, la diversità di genere e il background accademico. Per essere ritenute idonee, si legge nella nota, le aziende devono contare almeno 500 dipendenti al 31 dicembre 2020 e il tasso di abbandono dei dipendenti o di licenziamento non deve essere superiore al 10% (tenendo conto dei dati LinkedIn e degli annunci pubblici). Peraltro, rientrano nella classifica solo le società madri, mentre le filiali controllate a maggioranza e i relativi dati risultano inclusi nel punteggio complessivo.

Sul podio: Intesa Sanpaolo, Accenture, Stellantis


Al primo posto Intesa Sanpaolo che, con un team di 77mila dipendenti in Italia e sedi principali a Torino, Milano e Roma, prevede 3.500 ulteriori ingressi in azienda entro il primo semestre del 2024. Segue Accenture, che ha investito oltre 830 milioni di euro in programmi di formazione volti all'upskilling e al reskilling del proprio personale nel mese di febbraio e conta oggi 17mila dipendenti solo nella Penisola. Chiude il podio Stellantis, nata lo scorso gennaio dalla fusione dei gruppi Fiat Chrysler Automobiles e Psa. Da ricordare, si legge nell'analisi di Linkedin, che la società “ha incontrato i sindacati per discutere di prospettive degli stabilimenti italiani dopo la fusione Fca-Psa che ha dato vita al gruppo” e “propone attività trasversali di reskilling mirate alle trasformazioni tech e di business su temi come elettrificazione, connettività e guida autonoma”.

Restando sul settore bancario e assicurativo, spicca anche Generali Assicurazioni al quarto posto, con 13mila dipendenti in Italia e sedi principali dislocate tra Milano, Roma e Trieste. Le competenze in più rapida crescita, in questo caso, riguardano l'area acquisti, l'analisi di mercato e il social media marketing. Alla quinta posizione Unicredit (35.800 dipendenti in Italia e sedi principali a Milano, Roma e Torino), la cui offerta di formazione e sviluppo per i dipendenti si articola su tre ambiti fondamentali: l'offerta di base online, quella manageriale e quella dedicata a specifici ruoli e funzioni. Nella top 25 non mancano poi Bnp Paribas, che punta in special modo sulle competenze nell'ambito back office, social media marketing ed economia, Deutsche Bank per gestione vendite, retail banking e rischio credito, Banca Mediolanum per consulenza manageriale, business planning e investment banking, e Axa per analisi, investimenti e consulenza manageriale.
ecco-25-top-company-migliori-prospettive-carriera_2
Elaborazione di We Wealth sui dati LinkedIn. Laddove non seguito da un asterisco, il dato sul numero di dipendenti è quello fornito direttamente dall'azienda.
Giornalista professionista, è laureata in Politiche europee e internazionali. Precedentemente redattrice televisiva per Class Editori e ricercatrice per il Centro di Ricerca “Res Incorrupta” dell’Università Suor Orsola Benincasa. Si occupa di finanza al femminile, sostenibilità e imprese.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti