Novembre, rosso di vino: Merano Wine Festival al top, Piwi protagonisti

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
11.11.2021
Tempo di lettura: 3'
"Le ali della bellezza", trentennale del Merano Wine Festival, è stato un successo con più di 5 mila enoappasionati che hanno visitato la kermesse. Tra gli altri, protagonisti sono stati i piwi, "i vini e vitigni del ...
Alla fine è stato un successo. Il Merano Wine Festival, festival del vino ideato da Helmuth Kocher e giunto alla sua trentesima edizione, dopo un anno di “ferie forzate” causa covid, tra il 5 e il 9 novembre è andato in scena, non deludendo le aspettative degli appassionati che da tutta Italia sono accorsi alla fiera. Tra gli altri, protagonisti della cinque giorni in particolare sono stati i Piwi, una nuova varietà di vitigni particolarmente resistenti ai funghi e vocati alla sostenibilità.  Il Festival di quest'anno ha avuto come tema e slogan 'Le ali della bellezza', con l'intento - come ha sottolineato lo stesso Helmuth Kocher, presidente e fond...
Degna di nota è stata infine la presentazione della prima rete di imprese italiana dedicata ai piwi, vitigni sempre più conosciuti, coltivati e vinificati, che si distinguono dagli altri per essere estremamente resistenti alle malattie fungine. La rete a loro dedicata si chiamerà “Resistenti Nicola Biasi” e coinvolgerà sei cantine tutte provenienti da territori diversi: Albafiorita, Ca' Apollonio, Colle Regina, Della Casa, Poggio Pagnan e Vin de La Neu dello stesso Nicola Biasi.

“La sostenibilità è un concetto che richiede azioni concrete. I vitigni Piwi, resistenti alle malattie fungine, rappresentano la migliore e in alcuni casi l'unica strada - afferma Nicola Biasi - per una reale viticoltura che si prende cura dell'ambiente e lo rispetta. Non a caso si parla di “vini e vitigni del futuro”. Abbiamo il dovere morale di pensare alle generazioni che verranno, lasciando loro un ecosistema che sia salubre e trasmettendo il sapere vitivinicolo che mira all'eccellenza e rende il Belpaese famoso in tutto il mondo. Credo che tutto ciò sia possibile con la viticoltura resistente”.

Caro lettore,
per continuare ad informarti con i nostri contenuti esclusivi accedi o registrati GRATUITAMENTE!

Solo così potrai:

  • Continuare ad informarti grazie ai nostri contenuti come articoli, guide e white papers, podcast, dirette
  • Richiedere di essere contattato da un esperto
  • Fare una domanda sulla gestione del tuo patrimonio ed entrare in contatto con i migliori e esperti del settore GRATUITAMENTE
  • E tanto altro ancora

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti