Hedge fund, più volatilità significa più opportunità

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
18.1.2022
Tempo di lettura: 2'
L'unica certezza è l'incertezza, perlomeno nei mercati del 2022. Ma è proprio la volatilità quello di cui hanno bisogno gli hedge fund
Dopo un anno caratterizzato da una rapida crescita economica e da uno slancio positivo dei mercati, l'incertezza è tornata sui mercati, innescata da un'inflazione elevata - e forse persistente -e dal conseguente passaggio delle banche centrali a una politica monetaria meno accomodante e dalle rinnovate perturbazioni dovute alla COVID-19. In questo scenario l'incertezza può esser l'unica certezza, scenario ottimale per gli hedge fund in cerca di alpha tra i sali e scendi dei mercati. A fare il punto è un report di JP Morgan.

Mercati volatili


Secondo la banca statunitense, anche se nell'ultimo anno la volatilità è stata più contenuta rispetto al 2020, è probabile che il Vix si stabilizzi nei prossimi mesi nella metà superiore della sua gamma pre-pandemica di 10-20 punti, creando una base interessante per le strategie degli hedge fund che beneficiano di livelli di volatilità elevati ma non estremi. Anche la dispersione dei titoli e dei fattori è storicamente alta, creando significative opportunità di trading. Il livello di dispersione delle valutazioni si sta avvicinando inoltre ai livelli visti l'ultima volta nella bolla dot-com del 2001. Anche la volatilità nei mercati del reddito fisso e delle valute è iniziata ad aumentare.

Strategie da inflazione


Lo spettro dell'aumento dell'inflazione, che ha raggiunto un massimo di 30 anni nel novembre 2021 negli Stati Uniti, sta costringendo i proprietari degli asset tradizionali a fare i conti. Basterà la rotazione di portafoglio per far fronte ad un aumento dei prezzi che a dispetto di quanto dicevano i politici sarà più persistente del previsto? I gestori di hedge fund in una simile situazione potrebbero prosperare. In un ambiente inflazionistico e con tassi in aumento gli spread si allargano, fornendo alle strategie relative value, tra le altre, maggiori opportunità di trading. A livello di sotto-cattegorie l'arbitraggio su obbligazioni convertibili e l'arbitraggio statistico a breve termine sono le più promettenti. I gestori global macro, le cui strategie spesso danno buoni risultati nei periodi di volatilità, stanno invece riposizionando i portafogli per trarre vantaggio dalle opportunità a breve termine in valute, materie prime e tassi.

Opportunità settoriali


A livello settoriale, ci potrebbero essere grandi opportunità di crescita e alfa in una serie di temi secolari: innovazione nelle biotecnologie e nella cybersicurezza, la crescente consapevolezza della sostenibilità ambientale, il miglioramento dell'accesso ai servizi finanziari (soprattutto nei mercati emergenti) e la maturazione della corporate governance (soprattutto in Giappone).
Laureato in Finanza e mercati Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano, nella redazione di We Wealth scrive di mercati, con un occhio anche ai private market. Si occupa anche di pleasure asset, in particolare di orologi, vini e moto d’epoca.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti