Bitcoin e Ethereum fanno il loro ingresso tra gli indici di S&P

Tempo di lettura: 3'
Criptovalute alla conquista di Wall Street. S&P Dow Jones Indices lancia ufficialmente tre nuovi indici legati all'andamento di  Bitcoin e Ethereum

S&P Bitcoin Index, S&P Ethereum Index e S&P Crypto Mega Cap Index. Sono i tre nuovi indici di S&P Dow Jones Indices legati all'andamento delle due più note criptovalute

La notizia è l’ennesima conferma della crescente apertura della finanza tradizionale all’universo delle valute digitali

Un nuovo importante segnale di apertura da Wall Street verso il mondo delle criptovalute.  Martedì 4 maggio 2021, S&P Dow Jones Indices, index provider leader a livello mondiale, ha annunciato il lancio dell'S&P Digital Market Indices, una nuova serie di benchmark per gli asset digitali. Nascono così tre nuovi indici legati alle due crypto a più alta capitalizzazione: l'S&P Bitcoin Index, l'S&P Ethereum Index e l'S&P Crypto Mega Cap Index. Nello specifico, i primi due replicano rispettivamente la performance di Bitcoin ed Ethereum, mentre il terzo traccia l'andamento di entrambe le valute elettroniche.  “I Digital Market Indices renderanno più facile per gli investitori accedere e valutare questa asset class tecnologica emergente, mitigando potenzialmente alcuni dei rischi comuni associati a questo mercato tradizionalmente speculativo” si legge nel comunicato ufficiale.
S&P DJI non è il solo ad aver messo a punto un indice sulle criptovalute. Tre anni fa, Bloomberg, insieme a Galaxy Digital Capital Management LP, ha lanciato il Bloomberg Galaxy Crypto Index (BGCI), progettato per misurare le performance delle maggiori criptovalute scambiate in Usd. Esistono inoltre una serie di Etf che permettono di replicare l'andamento del bitcoin o di altre criptovalute.

"I mercati finanziari tradizionali e gli asset digitali non sono più mercati che si escludono a vicenda. Con le criptovalute che stanno diventando sempre più mainstream, gli investitori hanno ora accesso a benchmark affidabili e trasparenti supportati da dati sui prezzi di qualità istituzionale" ha affermato Peter Roffman, responsabile globale innovazione e strategia di S&P Dow Jones Indices.

Una cosa è certa, la notizia è l'ennesima conferma della crescente apertura della finanza tradizionale all'universo delle crypto. Recentemente, Morgan Stanley ha offerto la possibilità ai clienti più facoltosi di investire su tre fondi bitcoin e anche JP Morgan Chase sarebbe pronta a lanciare per i propri clienti private un fondo bitcoin gestito attivamente.

“Nonostante le criptovalute siano nate come nuovo mezzo di pagamento digitale, sono ormai diventate un vero e proprio strumento finanziario e, anche se rimangono un investimento molto rischioso, sono sempre più viste come una possibile scelta per diversificare il portafoglio” spiega a We Wealth Filippo Diodovich senior strategist di IG Italia. “Il fatto che un'azienda così importante come S&P Dow Jones Indices, decida di creare indici che replicano andamento di Bitcoin e Ethereum è sicuramente una notizia che porterà a un maggiore interesse per questi asset”.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti