Intesa, brillano i conti trimestrali: utile balza a 6,4 mld

Teresa Scarale
Teresa Scarale
4.11.2020
Tempo di lettura: 5'
La banca dell'anno si conferma Intesa, i cui brillanti conti trimestrali celebrano un 2020 all'insegna del consolidamento e dell'efficienza operativa. L'utile è il più elevato dei nove mesi da 12 anni a questa parte, ...

Nei primi nove mesi del 2020, Intesa Sanpaolo ha conseguito un utile netto pari a 3,1 miliardi di euro. E' il migliore dei nove mesi dal 2008, includendo gli accantonamenti per gli impatti covid. Un risultato che ha superato le previsioni

Nel quarto trimestre Isp deciderà come utilizzare l'avviamento negativo pari a 3,3 miliardi “per rafforzare il bilancio della banca e affrontare il 2021 in una condizione di ulteriore solidità. Un importo "superiore alle aspettative”, da utilizzarsi anche per “accelerare la riduzione dei crediti deteriorati"

I conti trimestrali Intesa mostrano inoltre una significativa ripresa del margine di interesse e delle commissioni. In più, il flusso netto delle masse di risparmio in gestione è in accelerazione. In forte calo poi i costi, confermando un livello di efficienza operativa tra più elevati in Europa

Comunque si chiuderà quest'anno, Carlo Messina ne uscirà vincitore. Dall'opas Ubi ai conti, passando per la crisi covid. Nei primi nove mesi del 2020, comunica l'ad del gruppo Intesa Sanpaolo, “abbiamo conseguito un utile netto pari a 3,1 miliardi di euro”, il migliore dei nove mesi dal 2008. Escludendo gli accantonamenti per gli impatti futuri legati al covid-19 “il risultato sarebbe stato pari a 4 miliardi di euro". Un risultato che ha “superato l'impegno previsto per il 2020”. Ovvero quello di “un utile netto di almeno 3 miliardi”.Considerando i 3,3 miliardi di goodwill negativo e il risultato proveniente, in soli due mesi da Ubi Banca, “l'utile ...

Dividendi in arrivo


Messina conferma la politica dei dividendi. Si prevede la distribuzione di dividendi cash per un payout ratio pari al 75% del risultato netto per l'esercizio 2020 e del 70% per l'esercizio 2021. Sempre che non arrivino stop dalla Bce. L'attuale raccomandazione di “pausa” alla distribuzione dei dividendi scade il 1° gennaio 2021. Oltre alla prevista distribuzione di dividendi cash da utile netto del 2020, Isp intende ottenere l'approvazione della Bce per una distribuzione cash da riserve nel 2021 alla luce dell'utile netto 2019 allocato a riserve nel 2020.

Intesa, oltre i conti trimestrali: un impegno contro il covid


Poi Messina nella sua conference call ricorda che le risorse destinate per fronteggiare l'emergenza “superano i 125 milioni”. Il credito a disposizione di famiglie e imprese ammonta a 60 miliardi. 66 miliardi l'ammontare di moratorie concesse, con prestiti a garanzia statale per un totale di circa 24 miliardi.
caporedattore

Caro lettore,
per continuare ad informarti con i nostri contenuti esclusivi accedi o registrati GRATUITAMENTE!

Solo così potrai:

  • Continuare ad informarti grazie ai nostri contenuti come articoli, guide e white papers, podcast, dirette
  • Richiedere di essere contattato da un esperto
  • Fare una domanda sulla gestione del tuo patrimonio ed entrare in contatto con i migliori e esperti del settore GRATUITAMENTE
  • E tanto altro ancora

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti