L'inflazione galoppa: ecco come proteggere il portafoglio

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
14.1.2022
Tempo di lettura: 2'
Un'inflazione così non si vedeva da decadi. Come proteggere il portafoglio? MSCI ha analizzato quali sono gli stili d'investimento e i settori azionari più legati all'andamento dei prezzi

MSCI ha analizzato la performance di indici azionari fattoriali e settoriali a seconda dello scenario di inflazione e di crescita economica dagli anni Settanta ad oggi

Che sia alta inflazione o stagflazione quality e momentum sono due stili d'investimento che performano meglio degli altri in entrambi gli scenari    

La recente impennata dell'inflazione ha portato gli investitori a rivalutare i rischi e le opportunità dei propri portafogli azionari. Più inflazione, maggiore aumento dei tassi, minori valutazioni azionari. A parte per quelle aziende i cui conti beneficiano più di altri dell'aumento dei prezzi. Dove investire? MSCI ha analizzato le correlazioni esistenti tra inflazione, principali settori azionari e stili d'investimento a evidenziato le migliori esposizioni da prendere a seconda dello scenario di prezzo.L'inflazione è aumentata costantemente dalla fine del 2020. A novembre 2021, l'indice dei prezzi al consumo per tutte le voci nei paesi dell'Ocse s...
A livello di stile si è osservato che dal dicembre 1975 all'ottobre 2021, gli indici MSCI World Momentum e MSCI World Quality hanno sovraperformato durante i regimi di inflazione crescente, rispettivamente con 34 punti base (bps) e 23 bps di extrarendimento mensile rispetto all'indice MSCI World a mercato ampio. La sovraperformance del fattore qualità potrebbe derivare dal fatto che le aziende con un'alta redditività e una bassa leva finanziaria erano in genere meglio posizionate per trasferire l'aumento dei costi al consumatore finale. È interessante notare che l'indice MSCI World Momentum ha ottenuto una buona performance nei periodi in cui l'inflazione era in aumento e in quelli in cui era in calo, il che non deve sorprendere dato che il fattore momentum non deriva da informazioni di bilancio, ma sfrutta la rotazione delle performance di altri fattori e settori.

Nel complesso, il differenziale di performance tra gli indici settoriali è stato maggiore di quello degli indici di fattori. Se dividiamo l'universo degli investimenti in base ai settori del Global Industry Classification Standard (GICS), quelli che hanno beneficiato maggiormente in tempi di inflazione crescente sono stati i settori difensivi come la sanità, i beni di prima necessità e l'energia. La tecnologia dell'informazione  è stato l'unico altro settore con rendimenti in eccesso positivi durante l'aumento dell'inflazione, e ha ottenuto risultati ancora migliori in un contesto di inflazione in calo.

Mettendo invece a confronto i periodi inflazione con crescita e stagflazione emerge che nei primi a livello di stile hanno sovraperformato i fattori value, qualità, e momentum, mentre da un punto di vista settoriale i materiali e i finanziari. Durante periodi di stagflazione i portafogli con maggiori guadagni (o minor perdite) sono stati quelli esposti a qualità, momentum, volatilità minima, health care, beni di consumo, utility ed energia.

Caro lettore,
per continuare ad informarti con i nostri contenuti esclusivi accedi o registrati GRATUITAMENTE!

Solo così potrai:

  • Continuare ad informarti grazie ai nostri contenuti come articoli, guide e white papers, podcast, dirette
  • Richiedere di essere contattato da un esperto
  • Fare una domanda sulla gestione del tuo patrimonio ed entrare in contatto con i migliori e esperti del settore GRATUITAMENTE
  • E tanto altro ancora

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti