PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Gli Hnwi scappano da Hong Kong

17 Settembre 2019 · Giorgia Pacione Di Bello · 2 min

  • Da giugno diverse famiglie benestanti hanno iniziato a muoversi per lasciare Hong Kong. La destinazione è il Regno Unito o altri paesi dell’Europa

  • La stabilità politica ed economica sono due fattori che vengono sempre considerati quando si vuole scegliere un paese dove investire. E Hong Kong negli ultimi mesi sembra averle perse entrambe

Le tensioni politiche e i continui scontri stanno preoccupando il mondo finanziario che si chiede se sia pronta un’uscita di sicurezza nel caso in cui la situazione peggiorasse

Hong Kong sta passando dall’essere una calamita per gli High net worth individuals (Hnwi) a far scappare capitali e persone. I disordini politici, che stanno provocando violenti scontri nelle ultime settimane, stanno infatti allarmando gli Hnwi cinesi e stranieri che hanno portato parte dei loro soldi nella città. Oltre due mesi di proteste hanno dunque iniziato a scuotere il mondo finanziario che si chiede se ci sia un’uscita di sicurezza già pronta, nel caso in cui la situazione precipitasse. E l’emergency exit sembra essere l’Europa. Molti Hnwi stanno infatti chiedendo consulenza per abbandonare la residenza ad Hong Kong e volare nel Regno Unito o più in generale in uno stato europeo. I trasferimenti, secondo diversi legali, sono iniziati a verificarsi già a giugno, quando sono scoppiate le proteste. Molti Hnwi hanno infatti acquistato, e molti altri hanno intenzione di acquistare, dei passaporti europei.

Hong Kong è stata sempre considerata una buona giurisdizione fiscale, dove poter investire parte del proprio patrimonio. Il legame con la Gran Bretagna, essendo stata un ex colonia di sua maestà, ha sicuramente reso più semplice l’afflusso di capitali esteri. Le protesta che però vanno avanti da mesi stanno destabilizzando la città e la sicurezza economica di molte famiglie benestanti. Quando si sceglie infatti un paese, o una città, dove effettuare degli investimenti (anche compare una casa) la stabilità politica è un aspetto molto importanti, che non viene sottovalutato. In questo caso Hong Kong sta perdendo sia la sicurezza economica che quella politica.

Non deve dunque sorprendere se diverse famiglie benestanti hanno lasciato la città. I disordini stanno infatti alimentano la domanda dei “visti d’oro” in Europa, dove si offre il passaporto in cambio di un investimenti nell’economia del Paese. La giurisdizione più ambita, per il momento, risulta essere il Portogallo, e in particolare Lisbona. Ma più in generale si è interessati ad ottenere il passaporto europeo per poter mettere in salvo i propri investimenti (ci sono anche Hnwi che hanno comprato ville in Italia). Questo trend, se confermato nel tempo, potrebbe rivelarsi essere un’opportunità per i paesi dell’Ue. Se infatti si riuscissero ad intercettare questi capitali il mercato locale del wealth management potrebbe sicuramente giovarne.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: