Banca Widiba si racconta: la consulenza olistica che integra le analisi non finanziarie

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
27.12.2021
Tempo di lettura: 3'
Dal quadro socioeconomico e dalla necessità di ottimizzare l’allocazione della ricchezza per soddisfare i bisogni della clientela, nascono tre nuovi servizi di analisi del patrimonio non finanziario
Sono attivi da dicembre tre nuovi servizi all'interno della piattaforma di consulenza certificata WISE, che Banca Widiba ha sviluppato per la Rete dei Consulenti finanziari nell'ottica di offrire una consulenza sempre più globale, capace di uscire dai perimetri di quella tradizionale per abbracciare ulteriori dimensioni del patrimonio non finanziario, tra cui quella immobiliare, quella aziendale e quella legata al passaggio generazionale. Ne abbiamo parlato con Daria Novelli, Senior product manager investing platform.

Da dove nasce l'esigenza di aggiungere nuovi servizi alla piattaforma di consulenza Widiba?


“Da sempre investiamo nell'arricchimento e nell'affinamento della piattaforma di consulenza, affinché i nostri advisor possano operare in un contesto di innovazione tecnologica di cui saranno poi beneficiari i clienti, ma non solo. I nuovi servizi nascono con lo scopo di favorire anche la Rete: questi nuovi moduli di analisi serviranno infatti ai nostri consulenti per avere una visione completa del patrimonio globale del cliente e per fornire una consulenza olistica e sempre più a 360°.”

Vediamo più nello specifico i tre servizi aggiuntivi: immobiliare, aziendale e passaggio generazionale


“Già dal 2017 i nostri Consulenti finanziari utilizzano un servizio di analisi immobiliare integrato nella piattaforma di consulenza evoluta, oggi arricchito di nuove funzionalità. Il consulente può condurre un'analisi del patrimonio immobiliare partendo dai dati catastali per aggiornarli con le informazioni date dal cliente e ottenere, per esempio, la redditività del patrimonio immobiliare sia a reddito sia non a reddito, senza trascurarne la rischiosità.
Al termine di ogni analisi viene anche consegnato al cliente un output finale, nella forma di un report dedicato, con il riepilogo di quanto condiviso tra lui e il consulente”.
Il secondo servizio riguarda l'analisi aziendale, che recupera i dati depositati presso il Registro delle Imprese della Camera di Commercio delle partecipazioni dirette dei clienti in società di capitale italiano, offrendo anche un'analisi di benchmarking rispetto a peers comparabili”.
“Per ultimo, il passaggio generazionale. Raccogliendo dal cliente informazioni sugli eredi e sul patrimonio presso Banca Widiba e presso terzi, il consulente potrà offrire un'analisi di pianificazione successoria che, oltre a riguardare la ripartizione dell'asse ereditario secondo la successione legittima può simularne anche una testamentaria.”

L'utilizzo di ciascun servizio di analisi è a discrezione del consulente?


“Certamente.
Su richiesta dei clienti, il consulente potrà offrire, uno, due o tutti e tre i servizi.
Inoltre, si può definire un perimetro preciso su cui focalizzare l'analisi del patrimonio aziendale e immobiliare.

Quali saranno i benefici che i consulenti, oltre che i clienti, trarranno dall'utilizzo dei nuovi tool a disposizione?


“Siamo partiti dalla volontà di creare una piattaforma sempre più personalizzata per offrire il servizio migliore possibile ai nostri clienti, ma anche di poter mettere i nostri consulenti nella condizione ideale per svolgere la propria professione.
Inoltre, il contesto socioeconomico e la distribuzione della ricchezza delle famiglie italiane, che si concentra anche in componenti non finanziarie, rende l'introduzione di servizi accessori importante per valutare l'intero patrimonio del cliente e quindi essere competitivi sul mercato.”
La redazione vi consiglia altri articoli

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti