Patek Philippe, continua il dominio in asta. Terzo Cannavaro

Teresa Scarale
Teresa Scarale
7.6.2021
Tempo di lettura: '
La top ten dell'ultima Phillips Watches di Hong Kong suggella la cavalcata dei Patek Philippe (e degli indipendenti). Ancora nessun Rolex in top ten, il Capitano agguanta la medaglia di bronzo. Andati a ruba tutti i lotti: è la prima “guanti bianchi” per un'asta di orologi in Asia
Ai primi quattro posti, Patek Philippe. Poi, A. Lange & Söhne, Harry Winston, Audemars Piguet (due volte), F.P. Journe (due volte). È la top ten di prezzo dell'ultima, brillante asta “Hong Kong Watch Auction: XII” di Phillips. La vendita mette a segno per la prima volta nella regione un risultato da guanti bianchi (venduto il 100% dei lotti offerti). E manda al mercato due importanti segnali: il mercato cinese sta diventando sempre più maturo e consapevole. Ovvero, non si accontenta più del solo brand di grido, ma è alla ricerca dell'unicità (lo dimostra la composizione della classifica), da vero collezionista. Inoltre, è attento alla valutazione: la white glow registra infatti anche il 100% di vendite del valore dei segnatempo. Ossia, nessun acquirente ha sforato la forchetta di stima di prezzo pre-asta. L'orologio dell'ex capitano della nazionale italiana di calcio Fabio Cannavaro ottiene il record mondiale per la sua referenza.
L'incasso totale è stato di quasi 25 milioni di dollari Usa. 1705 i partecipanti online, da 55 paesi. Per Phillips si tratta della prima vendita non tematica “guanti bianchi” e della terza white glow da inizio anno: «Abbiamo venduto ogni singolo orologio offerto da inizio 2021», fanno sapere dalla casa d'aste ginevrina. E il successo è tanto più completo se si osserva che non dipende né dall'area geografica né dal mezzo di vendita: l'asta Intersect era completamente online, e le altre due si sono tenute a Ginevra e ad Hong Kong, appunto. Risultati che fanno registrare a Phillips un aumento delle vendite del 30% rispetto al semestre precedente.

Il primo classificato, il Patek Philippe referenza 2499 (anno di fabbrica 1953 circa). In oro giallo, cronografo con calendario perpetuo italiano. 1.981.838 dollari Usa:

patek philippe vincitore asta hong kong

Al secondo posto, un Patek Philippe ref. 3974R (1992 circa). Record mondiale per la referenza in oro rosa. Con ripetitore dei minuti e calendario perpetuo inglese. 1.201.993 dollari Usa:



Medaglia di bronzo per il Patek Philippe 5208R-001 di Fabio Cannavaro (2019 circa). Record mondiale per la referenza in oro rosa. Cronografo a bottone singolo e ripetitore dei minuti perpetuo. 843.264 dollari Usa:

Il Patek Philippe di Fabio Cannavaro in asta a Hong Kong
Lange & Söhne ref. 421.048FE, LSLS4213AN. Edizione limitata in oro bianco, record mondiale per la referenza. 600.932 dollari Usa:



Audemars Piguet ref. 25554BA. In oro giallo, con calendario perpetuo e quadrante nero. Record mondiale per un calendario perpetuo Royal Oak. 422.276 dollari Usa:



Aurel Bacs, senior consultant e Thomas Perazzi, head of watches, Asia sottolineano come uno dei punti di forza del dipartimento orologi di Phillips sia la sua offerta variegata, che «incontra i gusti di ogni tipo di collezionista». Inoltre, la casa d'aste resta «la destinazione privilegiata per l'orologeria indipendente. Lo dimostrano gli ottimi risultati relativi ai lotti F.P. Journe, De Bethune, Moritz Grossmann, Lang & Heyne, e Urwerk». Qui la top ten completa:

Patek Philippe, continua il dominio in asta

Caporedattore Pleasure Asset. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline Economiche e Sociali presso l'Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia, mercati dell'arte e del lusso. In We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti