Con tassi a zero, gli investitori si soddisfano in Cina

Teresa Scarale
Teresa Scarale
14.12.2020
Tempo di lettura: 2'
La ripresa a tempo di record della Cina è sotto gli occhi di tutti gli investitori, affranti dai tassi a zero. Dalle azioni onshore alle obbligazioni – passando per un reminbi sempre più affidabile – l'ex Celeste Impe...

L'indice delle 300 società cinesi più capitalizzate delle Borse di Shanghai e Shenzhen è cresciuto nel 2020 del 27%

900 i miliardi di reminbi accorsi nei primi 11 mesi 2020 nel mercato obbligazionario cinese

Due gli aspetti che secondo gli analisti potrebbero frenare l'appetibilità del mercato dei capitali cinese

Nell'anno del covid, Csi 300 batte S&P 500. L'indice delle 300 società cinesi più capitalizzate alle Borse di Shanghai e Shenzhen è cresciuto infatti nel 2020 del 27%, battendo il suo rivale americano di oltre 13 punti percentuali. Battaglia vinta pure sul fronte tech: il Nasdaq è andato benissimo, ma il ChiNext di più (+59%).A gennaio i mercati cinesi dei capitali erano stati i primi a soffrire gli effetti della pandemia. Ma a distanza di meno di un anno, sono i primi a riprendersi grazie ai 150 miliardi di dollari Usa arrivati tramite i veicoli di Hong Kong. Gli analisti osservano che i severissimi lockdown della prima metà dell'anno hanno con...

Caro lettore,
per continuare ad informarti con i nostri contenuti esclusivi accedi o registrati GRATUITAMENTE!

Solo così potrai:

  • Continuare ad informarti grazie ai nostri contenuti come articoli, guide e white papers, podcast, dirette
  • Richiedere di essere contattato da un esperto
  • Fare una domanda sulla gestione del tuo patrimonio ed entrare in contatto con i migliori e esperti del settore GRATUITAMENTE
  • E tanto altro ancora

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti