Cina, la scure del governo cala sulle società tech

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
11.11.2020
Tempo di lettura: 2'
Dopo lo stop alla quotazione di Ant Group arriva la stretta regolamentare da parte del governo. In due giorni le società tech cinesi, che producono almeno due volte tanto l'Italia, bruciano circa 290 miliardi di dollari

Gli indici tecnologici quotati sulle borse cinesi mercoledì hanno perso tra il 3% e il 6%. La capitalizzazione bruciata da inizio settimana è quantificabile in 290 miliardi

Martedì è stata diramata una bozza regolamentare da parte della State Administration for Market Regulation. Mercoledì la China Banking and Insurance Regulatory Commision ha promesso che osserverà con molta attenzione i monopoli delle fintech

Mentre le borse occidentali volano sull'entusiasmo di un vaccino che fa ben sperare, in Cina i listini invertono la traiettoria al rialzo delle ultime settimane. I tonfi più importanti si osservano sulle società tech. Il motivo? Una bozza regolamentare diramata dal governo nella giornata di martedì. Michele Geraci, sottosegretario di Stato del primo governo Conte e professore alla New York University Shanghai, intervistato da We Wealth, ha fatto chiarezza sulle motivazioni che hanno portato il governo cinese a questa decisione.I due giorni neri delle società tech Su tutte e tre le borse valori cinesi nella giornata di mercoledì si è osservato un cal...

Caro lettore,
per continuare ad informarti con i nostri contenuti esclusivi accedi o registrati GRATUITAMENTE!

Solo così potrai:

  • Continuare ad informarti grazie ai nostri contenuti come articoli, guide e white papers, podcast, dirette
  • Richiedere di essere contattato da un esperto
  • Fare una domanda sulla gestione del tuo patrimonio ed entrare in contatto con i migliori e esperti del settore GRATUITAMENTE
  • E tanto altro ancora

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti