Calcio: la Serie A continua a puntare sulla blockchain

Rita Annunziata
27.10.2021
Tempo di lettura: 3'
Dopo Inter, Juventus, Milan, Roma e Bologna, anche il Napoli si lancia sulla blockchain. Siglato un accordo con Socios per l'emissione del suo fan token. Ma la cripto-febbre aveva già travolto in passato anche la Formula 1

I $Nap fan token sono beni digitali da collezione che garantiscono ai proprietari diritti esclusivi, inclusa la possibilità di partecipare a sondaggi interattivi e competizioni e scalare le classifiche globali

Socios.com conta oggi più di 1,2 milioni di utenti in tutto il mondo e vanta nel proprio portfolio oltre 90 club, tra cui Barcellona, Paris Saint-Germain, Juventus, Milan, Atlético Madrid, Manchester City, Inter e Arsenal

Sono ufficialmente sei i club della massima serie italiana che si sono lasciati travolgere dalla cripto-febbre. Dopo Inter, Juventus, Milan, Roma e Bologna, anche il Napoli ha siglato un accordo con l'applicazione di fan engagement Socios.com in partnership con Chiliz (fornitore di blockchain per l'industria dello sport e dell'intrattenimento) per il lancio dei suoi fan token. Beni digitali da collezione che garantiranno ai proprietari diritti esclusivi, inclusa la possibilità di partecipare a sondaggi interattivi e competizioni e scalare le classifiche globali. Un fenomeno, quello dell'interesse degli exchange di criptovalute per lo sport, che ha coinvolto negli scorsi mesi anche la Formula 1.
I dettagli sulla data di lancio dei $Nap fan token, precisa il club partenopeo in una nota, saranno definiti a breve insieme al prezzo e alla fornitura. Coniati sulla blockchain Chiliz, consentiranno ai fan di votare una serie di iniziative, mettersi alla prova con altri tifosi in giro per il mondo e ottenere premi, vantaggi ed esperienze reali e digitali relative alla squadra. Socios.com, dal canto proprio, conta oggi più di 1,2 milioni di utenti in tutto il mondo e vanta nel proprio portfolio oltre 90 club, tra cui Barcellona, Paris Saint-Germain, Juventus, Milan, Atlético Madrid, Manchester City, Inter, Arsenal e le nazionali di calcio di Argentina e Portogallo. Senza dimenticare una quota di squadre di vertice in Formula 1, eSports e cricket.
“Questa partnership ha un valore speciale per noi, essendo Socios.com un marchio innovativo, sempre più coinvolto in progetti globali e guidato da obiettivi di engagement dei tifosi”, ha commentato Serena Salvione, chief international development officer del Napoli. “Siamo costantemente alla ricerca di nuovi strumenti e nuovi modi per far sentire i nostri tifosi parte del club attraverso lo sviluppo di attività digitali con le quali possano quotidianamente far sentire la propria voce. Socios.com ci aiuterà a farlo”. “Il Napoli è un club di fama mondiale con una storia illustre e una tifoseria orgogliosa e appassionata”, ha aggiunto Alexandre Dreyfus, ceo di Chiliz e Socios.com. “L'annuncio di oggi porta la nostra rosa di partner della Serie A a sei squadre; ciò significa che più di un quarto dei più grandi club italiani sta ora utilizzando la nostra piattaforma per migliorare l'esperienza dei tifosi. La nostra missione di trasformare i fan passivi in partecipanti attivi in Italia e nel mondo continua”.

Come anticipato in apertura, anche l'Inter ha annunciato nel mese di agosto una nuova partnership con Chiliz, che prevedeva la promozione del fan token $Inter e vedeva Socios.com diventare global main jersey partner dei campioni in carica della Serie A. Ricordiamo che nel mese di giugno la F1 ha aggiunto Crypto.com (che fornisce portafogli digitali per conservare, investire e ricevere pagamenti con le criptovalute) tra i propri sponsor, affiancandolo a società come Rolex, Pirelli e Saudi Aramco. Un accordo che, come ricostruito dal Financial Times, vale fino a 30 milioni di dollari l'anno. A credere nella blockchain anche la Liga, che nel mese di settembre è diventata la prima lega a livello globale a fare il proprio ingresso nel mondo del fantacalcio tramite Nft (Non-fungible token) attraverso una partnership con Sorare, la piattaforma che consente di collezionare carte giocatore virtuali, schierare la propria squadra e affrontare gli altri utenti grazie alla tecnologia blockchain. Un mercato che solo quest'anno ha originato un giro d'affari per oltre 130 milioni di dollari.
Giornalista professionista, è laureata in Politiche europee e internazionali. Precedentemente redattrice televisiva per Class Editori e ricercatrice per il Centro di Ricerca “Res Incorrupta” dell’Università Suor Orsola Benincasa. Si occupa di finanza al femminile, sostenibilità e imprese.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti