Ersel diventa banca: la più grande in Italia nel private banking

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
15.11.2021
Tempo di lettura: 3'
Sarà operativo dal gennaio 2022 Ersel SpA,  gruppo bancario che si propone come punto di riferimento del Wealth Management in Italia nato dalla fusione di Ersel Sim e Banca Albertini. Vicinanza al cliente, originalità di prodotto, flessibilità e innovazione del servizio saranno i caratteri distintivi

A partire dal 1 gennaio 2022, data in cui verrà ufficializzata la fusione con Banca Albertini, Ersel diventerà banca, affermandosi nel panorama italiano del privata banking

"Il Gruppo continua il costante percorso di rafforzamento del modello di boutique specializzata, di cui Ersel oggi rappresenta in Italia l’operatore di riferimento per solidità, tradizione e orientamento all’innovazione" ha commentato a We Wealth Andrea Rotti, ad di Ersel

Ersel Sim, specialista nella gestione di grandi patrimoni con oltre 20 miliardi di asset dei clienti e uno staff di più di 300 persone, e Banca Albertini, banca privata del Gruppo Ersel da sempre focalizzata sul private banking, hanno annunciato la nascita di un nuovo Gruppo Bancario denominato Ersel S.p.A. Con la conclusione del processo di integrazione societaria e operativa tra le due realtà, effettiva dal 1° gennaio 2022, il Gruppo diventa così il più importante operatore indipendente del nostro Paese, completamente privato ed esclusivamente concentrato sulle attività inerenti al patrimonio, dal private banking all'asset management, ai servizi fiduciari e di consulenza specialistica per gruppi familiari e imprenditoriali. We Wealth ne ha parlato con Andrea Rotti, ad di Ersel.
"Il progetto nasce principalmente dalla convinzione strategica che vi sia un chiaro e distintivo spazio nel mercato italiano per un operatore indipendente e specializzato di Wealth Management, dotato di una scala dimensionale adeguata e alternativo rispetto ai modelli di banca universale e di rete di consulenza finanziaria. La storica conoscenza tra gli azionisti delle due realtà e un comune percorso di sviluppo fatto di serietà, affidabilità e valori condivisi ne ha facilitato la realizzazione" spiega Andrea Rotti.
Diverse le novità per i clienti. "Con la fusione di Ersel Sim e Banca Albertini, si conclude il percorso di integrazione delle realtà di private Banking di Gruppo anche con l'adozione di un sistema informativo unico. Negli ultimi 3 anni, abbiamo lavorato intensamente per mettere a fattore comune, innovare e evolvere l'ampia piattaforma di prodotti e servizi per gestire la complessità dei patrimoni delle famiglie imprenditoriali. Ci siamo concentrati sulle personalizzazioni delle procedure a supporto dell'attività di Wealth Management con le gestioni multilinea, l'advisory evoluto, il credito lombard, i servizi di wealth planning e family office di Simon Fiduciaria. Infine c'è Online Sim, piattaforma italiana di distribuzione online di fondi che ha clientela sia privata sia istituzionale" continua Rotti che conclude soffermandosi sugli obiettivi che si pone il gruppo bancario per i prossimi anni.

"Il Gruppo continua il costante percorso di rafforzamento del modello di boutique specializzata, di cui Ersel oggi rappresenta in Italia l'operatore di riferimento per solidità, tradizione e orientamento all'innovazione. Sui progetti futuri c'è la possibile apertura in altre aree del Paese come Roma e Veneto dove ci sono possibili sviluppi concreti. Il piano di sviluppo a quattro anni prevede l'inserimento di 2 o 3 banker l'anno in aree ritenute strategiche. Il Gruppo, quindi, auspica che i banker sappiano vedere in Ersel un'alternativa al modello di banca commerciale e lo considerino un player distintivo nel mondo della finanza con le migliori caratteristiche del Made in Italy: la vicinanza al cliente, l'originalità nel trovare soluzioni, la flessibilità e l'innovazione del servizio".

L'apertura della nuova prestigiosa sede di Ersel S.p.A. in via Caradosso a Milano segnerà una tappa importante nell'ambizioso piano di sviluppo. Il gruppo inoltre, come si legge dal comunicato stampa, continuerà nel progressivo rafforzamento di alcuni elementi distintivi del modello di boutique specializzata, quali l'offerta di soluzioni di private equity, mercato immobiliare e infrastrutture, che, nel panorama degli investimenti, offrono oggi i più promettenti segnali di crescita.
Laureato in Finanza e mercati Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano, nella redazione di We Wealth scrive di mercati, con un occhio anche ai private market. Si occupa anche di pleasure asset, in particolare di orologi, vini e moto d’epoca.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti