Illimity fonda la sua Sgr: investirà in crediti distressed

Francesca Conti
Francesca Conti
30.8.2019
Tempo di lettura: 2'
Illimity avvia l'iter per dare vita a una sua Sgr. La società di gestione si occuperà del patrimonio dei Fia riservati di tipo chiuso. Il primo fondo investirà in Utp

Illimity Sgr inizierà avrà per oggetto la gestione del patrimonio di organismi di investimento collettivi alternativi (Fia) riservati, di tipo chiuso

Nel cda presieduto da Giovanni Lombardi, secondo Mf, siedono anche Francesco Mele, Paola Tondelli, Luciano Balbo, Stefania Chiaruttini, Paola Giannotti e Iacopo Zucchi

Si prevede che il primo fondo gestito da illimity Sgr investirà in crediti unlikely-to-pay (Utp) con prospettive di ristrutturazione e ritorno in bonis

Illimity dà il via alla sua Sgr. La startup bancaria specializzata nei crediti alle Pmi e nel settore degli Npl corporate, quotata sull'Mta di Borsa Italiana e guidata da Corrado Passera, ha infatti avviato l'iter autorizzativo per la costituzione e l'avvio di una società di gestione del risparmio - illimity Sgr - controllata interamente dalla banca.

La notizia è tata riportata per prima da Milano Finanza, ed è stata poi confermata in una nota dallo stesso istituto. Secondo il quotidiano, Passera avrebbe fondato “pochi giorni fa” la Sgr “davanti al notaio Andrea De Costa dello studio Marchetti”.

L'obiettivo della nuova Sgr


Illimity Sgr avrà per oggetto la gestione del patrimonio di organismi di investimento collettivi alternativi (Fia) riservati, di tipo chiuso, costituiti con fondi propri e di investitori istituzionali terzi. La banca naturalmente è in attesa di ottenere le autorizzazioni necessarie da parte delle autorità competenti, Bankitalia e Consob.

Si prevede che il primo fondo gestito da illimity Sgr investirà in crediti unlikely-to-pay (Utp) con prospettive di ristrutturazione e ritorno in bonis, tramite conferimento da parte di banche e operatori finanziari che hanno originato i crediti e/o acquisizione da parte del fondo stesso, e, ove funzionale alla strategia di ristrutturazione e ritorno in bonis, anche in quote di capitale di società impegnate in progetti di turnaround.

La mission


Questa iniziativa, coerente con l'esecuzione del piano strategico di illimity, consentirà di affiancare all'attività di investimento diretto della banca in credito distressed, anche l'attività di gestione per conto di terzi, realizzando così una diversificazione dei ricavi verso la componente commissionale e generando ulteriori opportunità di business per illimity.

La squadra della nuova Sgr


Nel consiglio d'amministrazione, presieduto dall'avvocato Giovanni Lombardi(che è general counsel della banca quotata), secondo quanto riporta Mf, siedono anche Francesco Mele(chief financial officer di illimity Bank), Paola Tondelli (che è anche consigliere e socio della Vitale & Co.).

Ci saranno anche Luciano Balbo(patron dei fondi Oltre Venture e vicepresidente di Progressio Sgr), la commercialista Stefania Chiaruttini, Paola Giannotti (fra l'altro consigliere di amministrazione di Terna e Telecom Italia) e Iacopo Zucchi, head of budget & control della banca di Passera.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti