Gli nft debuttano alla Biennale grazie al debuttante Camerun

Teresa Scarale
Teresa Scarale
23.2.2022
Tempo di lettura: 2'
I non fungible token avranno il loro spazio da protagonisti alla prossima Biennale d'arte di Venezia per merito della prima volta del Camerun
Si tratterà di un doppio debutto. Gli nft saranno tenuti a battesimo dalla prossima Biennale d'Arte di Venezia grazie a un padiglione mai ospitato dalla kermesse: quello del Camerun, dal titolo The Times of the Chimera.
Il 23 aprile 2022 aprirà al pubblico la 59esima Biennale d'Arte di Venezia. Un'edizione che non potrà fare a meno di ospitare i non fungible token, protagonisti assoluti del mercato dell'arte nel 2021 (“nft” è poi stata decretata parola dell'anno).

nft biennale
Salifou Lindou, Amos (2015). Courtesy of the artist and Cameroon pavilion

Il contributo del padiglione camerunense si articolerà in due luoghi: il liceo artistico Michelangelo Guggenheim e ca' Bernardo.


Angéle Etoundi Essamba A-FIL-LIATION 2, (2021). Courtesy of Cameroon pavilion

La scuola ospiterà arte “reale”, dei quattro artisti camerunensi Francis Nathan Abiamba, Angéle Etoundi Essamba, Justine Gaga, e Salifou Lindou e di Shay Frisch, Umberto Mariani, Matteo Mezzadri, Jorge R. Pombo. Ca' Bernardo invece sarà teatro della mostra nft organizzata da Global Crypto Art DAO (organizzazione autonoma decentralizzata), fondata nel dicembre 2021. Il collettivo che supporta gli artisti nuovi alla crypto arte e che finanzia l'intero padiglione del Camerun, a digiuno di supporto economico pubblico.


Marina Núñez, Symbiosis (sundew) (1) (2022). Courtesy of the artist and Global Crypto Art DAO

Una scelta, quella dei due curatori Paul Emmanuel Loga Mahop e Sandro Orlandi Stagl, che sembra indovinata. Entrambi dichiarano che il focus sulla nuova tecnologia vuole rappresentare un sentiero di sviluppo per le nuove generazioni di giovani camerunensi, anche a livello internazionale. La piattaforma non farà commercio delle opere durante la Biennale, ma «incoraggerà collezionisti e appassionati ad acquistare le opere prima o dopo la mostra» e lascerà liberi gli artisti di vendere da sé gli nft.

nft biennale
Kevin Abosch, NEVER FEAR ART (2021). Courtesy of the artist and Global Crypto Art DAO

La 59esima Biennale d'Arte – dal titolo Il latte dei sogni – sarà aperta dal 23 aprile al 27 novembre 2022 (pre-apertura il 20-21-22 aprile 2022).
Caporedattore della sezione Pleasure Asset di We Wealth. Giornalista professionista, garganica, è laureata in Discipline economiche e sociali presso l’Università Bocconi di Milano. Scrive di finanza, economia e mercati dell’arte. È in We Wealth dalla sua fondazione

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti