Btp: nuova emissione di novembre, dopo si diradano le occasioni

Alberto Battaglia
24.11.2023
Tempo di lettura: 3'
Il Mef metterà in asta Btp e CctEu per un controvalore di 7,5 miliardi; nei giorni scorsi era stato annunciato che a dicembre si faranno meno aste

Il ministero dell'Economia si prepara a raccogliere dal mercato fino a 7,5 miliardi euro (esclusa l'asta supplementare) con tre nuove tranche di Btp e Ccteu che saranno messi in asta fra il 29 e il 30 novembre.

Si parla, nel dettaglio di due Btp a 5 e a 10 anni cui si aggiunge un CctEu con vita residua di 3 anni. 


Per prenotare l'acquisto in asta si può ricorrere al proprio home banking abilitato al trading o agli sportelli bancari e postali. Per presentare la richiesta c'è tempo fino al 28 novembre. 


Le occasioni per comprare in asta nuovi Btp saranno più ridotte a dicembre, in quanto il Mef ha annunciato l'annullamento dell'asta Btp con scadenza superiore ai 10 anni prevista per il 13 dicembre; dell'asta dei Bot e dei Btp Short Term per il 27 dicembre; e dei titoli a medio-lungo termine che sarebbero stati proposti il 28 dicembre.


LE OPPORTUNITÀ PER TE. Come gestire il rischio Italia in portafoglio? Come bilanciare la strategia fra bond e azioni? Gli advisor selezionati da We Wealth possono aiutarti a trovare le risposte che cerchi. TROVA IL TUO ADVISOR

Btp, i dettagli della nuova asta



  • Btp a 5 anni. Quinta tranche del titolo emesso con Isin IT0005566408 emesso il 2 ottobre. La cedola offerta è del 4,1%, per un importo massimo di 3 miliardi di euro. Al momento di pubblicazione il rendimento di mercato effettivo del Btp a 5 anni è del 3,68%.
  • Btp a 10 anni. Settima tranche del titolo emesso con Isin IT0005560948 il 1° novembre. Cedola al 4,2% per un ammontare massimo di 3,5 miliardi. Al momento di pubblicazione il rendimento di mercato effettivo del decennale è del 4,39%. 
  • CctEu a 5 anni con vita residua di 3 anni. Ventunesima tranche del titolo emesso con Isin IT0005428617 il 15 ottobre 2020. Il rendimento di questo titolo è variabile e viene calcolato sulla base del tasso Euribor, maggiorato dello 0,5%. 


Acquistare i titoli di Stato nelle aste primarie consente di risparmiare sui costi di transazione rispetto al mercato secondario (nel quale il Btp viene comprato da altri investitori privati). Tuttavia, non è possibile sapre in anticipo quale sarà il rendimento effettivo, in quanto il prezzo di aggiudicazione viene determinato dal rapporto fra domanda e quantità dei titoli offerti. 

 

Responsabile per l'area macroeonomica e assicurativa. Giornalista professionista, è laureato in Linguaggi dei media e diplomato in Giornalismo all'Università Cattolica

Cosa vorresti fare?